Ancona: condannato a 16 anni di reclusione, arrestato un latitante dal 2003

Arresto 1' di lettura 27/12/2011 -

Gli investigatori della Sezione Criminalità Organizzata e Catturandi della Squadra Mobile di Ancona, diretta dal dr. Giorgio di Munno, hanno arrestato un albanese latitante.



Eduart Nexhipi, albanese di 35 anni condannato a 16 anni di carcerazione, è stato rintracciato a seguito di accurate indagini in ambito internazionale.

L'uomo, a seguito di una futile discussione con un connazionale, il 29 marzo 2003 era tornato a casa per procurarsi un coltello e dopo aver atteso che l’uomo uscisse da un locale di Porto San Giorgio, lo aveva aggredito inferendogli innumerevoli coltellate, tra cui alcune alla schiena tanto da spezzargli la spina dorsale, costringendo così la vittima Engjiell Kalluci ad una vita di immobilità. Da allora era irreperibile.






Questo è un articolo pubblicato il 27-12-2011 alle 12:25 sul giornale del 28 dicembre 2011 - 1265 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresto, porto san giorgio, squadra mobile, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tnm