Gestione delle politiche sociali, Zazzetti : 'Concertare insieme le decisioni'

Disabilita' 2' di lettura 21/12/2011 -

In qualità di presidente della Consulta Regionale per la Disabilità - dice Roberto Zazzetti - in relazione al comunicato stampa dell’Assessore Luca Marconi dove viene annunciata una nuova modalità di gestione delle politiche sociali che ci riguardano direttamente, dobbiamo rilevare la mancata convocazione della stessa consulta allo scopo di concertare insieme le decisioni che questa Giunta Regionale vorrà intraprendere nei confronti delle persone con disabilità che essa rappresenta.



Nel comunicato stampa l’assessore fa riferimento solo agli enti locali, dimenticando che il primo interlocutore dovrebbe essere la Consulta Regionale per la Disabilità, che è composta dalle più rappresentative associazioni della Regione Marche ed è l’organo istituzionale deputato a concertare con l’amministrazione regionale, tutte le decisioni che riguardano le persone con disabilità, come sancito dalla Legge Regionale 1896. Devo rilevare che dal momento del mio insediamento ad ottobre 2010 ed anche negli anni precedenti, c’è stata dà parte di queste ultime amministrazioni regionali la mancata partecipazione a tutte le convocazioni che la stessa ha inviato, dà parte degli assessori competenti, a differenza delle altre parti sociali che invece sono state sempre ricevute dagli stessi.

Non comprendiamo questa disparità di trattamento soprattutto in occasione di decisioni così importanti che ricadono sulla vita delle persone con disabilità e sulle loro famiglie, già pesantemente colpite dai tagli applicati dal governo centrale, e ricordando che i fondi per finanziare gli ammortizzatori sociali sono stati prelevati dà quelli destinati alle politiche sociali come ad esempio le borse lavoro. A nome di tutte le associazioni delle persone con disabilità, chiediamo un incontro urgente per conoscere il nuovo piano socio-sanitario e le novità nel Settore dei Servizi Sociali, rivendicando la volontà di conoscere le nuove modalità di erogazione dei servizi e di non delegarla ad altri soggetti che spesso non hanno fatto i nostri interessi.


da Consulta Regionale per la Disabilità





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-12-2011 alle 18:19 sul giornale del 22 dicembre 2011 - 1193 letture

In questo articolo si parla di attualità, disabilità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tfy





logoEV