Convention Fli: riparte da Civitanova il percorso politico della Destra di Governo

L'On Gianfranco Fini 2' di lettura 18/12/2011 -

Si stima siano state circa 250 le persone che, presenti all’Hotel Cosmopolitan di Civitanova Marche sabato 17 dicembre, hanno preso parte alla convention di Fli alla quale hanno partecipato anche gli Onorevoli Italo Bocchino e Gianfranco Fini alla sua seconda visita in città dopo quella del ’95, rievocata da Giorgio Pollastrelli come ‘una ventata di libertà che speriamo di rinnovare con questa visita’.



Presenti anche i ragazzi di Generazione Futuro e poi i presidenti Fli delle diverse province, Renato Rossi per Fermo, Alessandro Gentili per Ancona, Daniele Gibellieri per Ascoli Piceno, Antonio Napolitano per Pesaro-Urbino e naturalmente presente Daniele Silvetti che ha ricordato l’importanza della tappa civitanovese che segna una fase di crescita e radicamento del partito nel territorio e che ha ribadito la necessità di rivalutare la politica, di avere unità e mostrare compattezza. Ed è veramente un palcoscenico importante quello civitanovese, le amministrative a pochi mesi di distanza e forti percentuali alla mano la cittadina costiera per i vertici di partito sembra proprio essere la risposta al fatto che un ‘altro centro destra è possibile e che proprio da qui inizia il percorso politico della Destra di Governo e del territorio’ .

Tante le personalità sedute nelle prime file a partire dal sindaco di Civitanova Massimo Mobili e da Erminio Marinelli, ma soprattutto la grande sorpresa della serata, Gian Mario Spacca presidente della Regione Marche e Vittoriano Solazzi presidente dell’assemblea Legislativa. ‘Cortesia istituzionale’ come l’ha spiegata Fini ma non solo, potrebbe essere un segno di un rapporto politico più ampio sebbene manchino ancora le risposte ufficiali. Vero è che le parole di Spacca verso il leader Fli sono state incoraggianti, elogiando la serietà e sobrietà dell’onorevole e del suo partito in un così delicato momento politico e ricordando che ‘ci sono temi che attendono risposte che possono essere discusse insieme, seppure in altra sede.’ Improntato al futuro ed ad ipotesi concrete sul riacquistare fiducia nelle istituzioni e nella politica, l’intervento dell’Onorevole Fini che riferendosi alle prossime amministrative civitanovesi ha spiegato che ‘non ci saranno direttive da Roma sulle scelte locali’.












logoEV