Affonda una nave al largo di San Bendetto, salvi due marinai ravennati

1' di lettura 30/10/2011 -

Nella serata di giovedì 27 ottobre la Med, un’imbarcazione da diporto a motore di 18 metri è affondata in pochi minuti a 62 miglia dalla costa di San Benedetto del Tronto . Il natante apparteneva ad una società di noleggio che ha sede ad Ancona ed era iscritta nel registro di Viareggio. A bordo Natalino Ballarini, 60enne di Ravenna e Antonio Pisani, 32 anni, di Marina di Carrara, entrambi salvi.



Quando l’allarme è scattato, grazie al telefono satellitare di uno dei due naufraghi, per una fortunata coincidenza era in corso un'esercitazione che coinvolgeva le capitanerie di porto della costa adriatica ed anche un Atr partito da Pescara. In poco tempo l’Atr, grazi ai rilevatori a raggi infrarossi, ha intercettato la zattera autogonfiabile sulla quale si trovavano i due naufraghi.

I due uomini sono rimasti sulla zattera per tre ore, dalle 19 alle 22, quando sono stati presi a bordo di un mercantile Moldavo dirottato sul posto dalla Guardia Costiera. Alle 3,30 della notte ha sbarcato i naufraghi nel porto di San Benedetto.

L’equipaggio era partito intorno alle 10 di giovedì mattina, dal porto turistico sambenedettese, con il compito di portare il Med a Spalato per conto della società armatrice. Restano invece non chiare le cause dell’affondamento. Comandante e marinaio hanno raccontato d’aver sentito un colpo secco, violento e subito dopo è entrata acqua nello scafo.






Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2011 alle 11:23 sul giornale del 31 ottobre 2011 - 731 letture

In questo articolo si parla di cronaca, michele pinto, san benedetto del tronto, naufragio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/q3u