Liste Civiche Marche: 'Le paghi il consigliere Latini le tasse che vuol far pagare ai marchigiani'

Liste Civiche Marche 2' di lettura 21/10/2011 -

Latini scrive su tutti i giornali che è cosa buona e giusta che la Regione Marche aumenti le tasse per far fronte alle necessità dati i tagli subiti dal Governo Regionale.



Noi gli rispondiamo che se le paghi lui le tasse (consigliere di non sappiamo cosa, dato che si firma Capogruppo Assemblea Legislativa - Sic! - tipico del linguaggio Latiniano) visto che solo dal consiglio regionale gli entrano nelle tasche più di dieci mila euro al mese. I cittadini marchigiani i soldi non li hanno più. C'è bisogno di dare risposte ai territori, sopratutto quelli alluvionati, per far ripartire l'economia, le fabbriche e mettere in sicurezza i territori stessi. Ieri Roma è stata invasa dall'acqua e il Sindaco Alemanno ha già chiesto lo stato di calamità naturale, così come noi dobbiamo ritornare a chiedere che intervenga il Governo, dato che le Marche sono già state dichiarate in stato di calamità, e quindi non devono essere i cittadini marchigiani a pagare di tasca loro.

Questa volta, se dovremo tornare a Roma, venga anche il consigliere Latini, dato che quando ci siamo andati il 13 aprile a protestare contro quella che viene definita la "tassa sulle disgrazie" e a chiedere al Governo di intervenire a favore delle Marche e dei suoi cittadini alluvionati, Latini non c'era. C'era il Presidente della Regione Marche, c'erano i capogruppo consiliari di maggioranza, gli assessori, i segretari dei partiti e dei movimenti del centrosinistra marchigiani, la Presidente della Provincia di Ancona, c’eravamo noi di Liste Civiche Marche, ma il consigliere Latini dove era?

Come non c'era a maggio quando abbiamo manifestato ad Ancona ed in altri comuni marchigiani da Macerata a Fermo contro questa ingiustizia. Latini prima di chiedere sacrifici ai marchigiani è bene che si impegni a fare tutto quello che è nelle sue possibilità. Sembra ormai evidente che Latini sia il portavoce di Spacca, perchè interviene anticipando ed aprendo la strada a tutti i provvedimenti difficili da far digerire ai marchigiani (rigassificatori, centrali turbogas, aumento delle tasse), allora dica al Presidente ed alla sua giunta che noi le tasse non le paghiamo fin quando non ci sarà il taglio ai vitalizi e la riduzione dei costi della politica come noi di Liste Civiche Marche chiediamo ormai da più di un anno. I sacrifici non possono essere a senso unico. Dateci il buon esempio poi ne parliamo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2011 alle 16:33 sul giornale del 22 ottobre 2011 - 899 letture

In questo articolo si parla di attualità, liste civiche, tassa, liste civiche marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/qGx





logoEV