Poste-Censimento: parte la seconda fase del progetto Istat

Censimento Istat 2' di lettura 12/10/2011 -

Slp-Cisl, Uilpost e Confsal Com.ni, impegnate fino alla fine del mese in una vertenza particolarmente difficile e sentita dai lavoratori che rischiano di non percepire il premio di risultato per il prossimo triennio, sono preoccupate.



“L’aggiudicazione del bando di gara indetto da ISTAT in merito al XV Censimento della Popolazione e delle Abitazioni poteva testimoniare la capacita adattiva aziendale alle richieste del mercato; in realtà si sta rischiando di fare un’altra brutta figura! ”

I sindacati ricordano che la prima fase del progetto, quella della consegna dei plichi ai cittadini è avvenuta in modo improvvisato ed è riuscita solo grazie alla disponibilità del personale che ha affrontato con caparbietà responsabilità e sacrificio tutta la fase di monitoraggio e consegna dei plichi al domicilio dei cittadini. La seconda fase, iniziata il 10 ottobre, che interessa il servizio di accettazione a sportello dei questionari ISTAT compilati è partita male.

“ … il sistema, tanto per cambiare, non ha funzionato secondo le aspettative; molti i disagi per gli utenti che, specie durante il primo giorno, non sono riusciti a consegnare i questionari. E per i dipendenti che invece di utilizzare la piattaforma informatica hanno dovuto recuperare penna e calamaio per procedere ad alcune registrazioni …”.

Sin dalle prime ore del mattino ci si è resi conto che qualcosa, in tutta la regione, non aveva funzionato. Nello Jesino, per esempio, alla apertura degli sportelli, 20 uffici non erano in grado di ritirare i plichi riconsegnati dai cittadini! ( si trattava di: Angeli Di Rosora, Camerata Picena, Castelferretti, Castelplanio Stazione, Chiaravalle, Cerreto, Cupramontana , Rosora, Genga, Genga Stazione, Maiolati, Mergo, Moie, Montecarotto, Monte S. Vito, Morro D'alba, Poggio S. Marcello, S. Paolo Di Jesi, Ostra e Serra De Conti).

Solo 4 uffici erano operativi (Monsano, S. Maria, Serra S.Quirico, Belvedere). A questi, nella tarda mattinata, si sono aggiunti altri 5 uffici: (Filottrano, Borgo Sassoferrato, Collina Di S. M.,Barbara,Pianello) ; e nel pomeriggio lentamente è toccato anche ad altri 3 ( Fabriano Fabriano 1 Fabriano 2). - secondo il sindacato - “il management, copiosamente pagato, sta perdendo pericolosamente la barra del timone, con gravi ripercussioni per il futuro dell’azienda e dei suoi dipendenti”.


da Slp-Cisl, Uilpost & Confsal Com.ni




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2011 alle 14:59 sul giornale del 13 ottobre 2011 - 738 letture

In questo articolo si parla di attualità, istat, censimento, Slp-Cisl, Uilpost & Confsal Com.ni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/qkT