Camerino: sfiorata una tragedia familiare, ucraina tenta di accoltellare il compagno

coltello aggressione 1' di lettura 03/10/2011 -

Erano da poco passate le 17 di domenica quando, in via delle Fonti a Camerino, scoppia una lite tra compagni, finita con una coltellata.



Secondo una prima ricostruzione degli inquirenti D.A.V., pensionato calabrese di 66 anni, sarebbe stato aggredito dalla compagna, una 52enne ucraina, mentre si trovava sul letto.

L.B., che saltuariamente viveva nell'appartamento del compagno, avrebbe impugnato un grosso coltello con la lama lunga 30 centimetri e larga 18, tentando di colpire l'uomo. In quel momento, però, il 52enne si sarebbe svegliato e avrebbe tentato di difendersi parando il colpo con il braccio sinistro.

Le urla del pensionato hanno così insospettito i vicini di casa che hanno allertato i Carabinieri di Camerino, giunti sul posto. Pertanto l'uomo è stato accompagnato in ospedale, dove i sanitari lo hanno dimesso con 10 giorni di prognosi per le ferite riportate al braccio, mentre l'ucraina è stata denunciata per il reato di lesioni volontarie.






Questo è un articolo pubblicato il 03-10-2011 alle 19:57 sul giornale del 04 ottobre 2011 - 886 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, coltello, Sudani Alice Scarpini, carabinieri di camerino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pZH





logoEV