Interporto: conclusa la campagna di barbabietole, Pesaresi ringrazia Petrini e Viventi

Le barbabietole partono dall'interporto di Jesi 1' di lettura 19/09/2011 -

Il 15 settembre alle ore 7.46 ha lasciato il terminal-container dell'Interporto delle Marche l'ultimo dei 70 treni (35 coppie) carichi di barbabietole da zucchero coltivate in tutta la vallesina, compresa la zona di Senigallia, per un quantitativo totale di 40mila tonnellate, che hanno raggiunto lo zuccherificio di Termoli in Molise per essere processate.



Ogni treno composto di 20 carri ha evitato che circa 30 automezzi pesanti impegnassero le strade di tutto il territorio già provate dall'esodo estivo dei vacanzieri diretti nelle località turistiche con il loro carico di inquinamento.

“In giorni nei quali in Regione si sta discutendo dell'approvazione del Piano dell'Aria in tema di contenimento dell'emissione di Pm10 e polveri sottili – ha detto il presidente Roberto Pesaresi – mi sembra giusto ricordare che il trasporto su rotaia abbatte l'inquinamento atmosferico ed acustico e rende le strade più sicure”.

“Il ringraziamento di Interporto Marche però – ha aggiunto Pesaresi - va in questa occasione soprattutto agli Assessori Regionali Paolo Petrini e Luigi Viventi i quali, in virtù delle loro deleghe all'Agricoltura e all'Infrastrutture, hanno sostenuto questa operazione promuovendo lo sviluppo dell'intermodalità in questo territorio e consentendoci di dimostrare ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, che l'Interporto delle Marche ha l'efficienza e l'efficacia per soddisfare commesse come queste perfino in periodi di ferie ed in giorni festivi”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-09-2011 alle 21:54 sul giornale del 20 settembre 2011 - 886 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Interporto Marche spa, roberto pesaresi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pv0





logoEV