Deleghe sui trasporti, Favia (Idv): 'Il Governo taglia senza logica, solo agli enti locali'

David Favia 2' di lettura 13/09/2011 -

Il governo taglia e allo stesso tempo parla di federalismo, ma di un federalismo “malato”, perché taglia, senza logica, solo agli enti locali e non ai ministeri e non lascia risorse per i servizi basilari per i ceti più deboli. Non si può tagliare a regioni ed enti locali senza tagliare anche ai ministeri e abbassare la pressione fiscale “centrale” per lasciare così più trasferimenti agli enti locali e un margine di imposizione fiscale locale che non si trasformi in un aumento in assoluto della pressione fiscale.



Anzi, col federalismo le due imposizioni, statale e locale, dovrebbero portare a una pressione fiscale globalmente inferiore: ma a ciò non si arriverà mai se lo Stato non taglia ai ministeri e non abbassa le tasse nazionali. Azioni illogiche che non vanno d’accordo fra loro e il risultato è sotto gli occhi di tutti: a farne le spese, come sempre, sono cittadini più deboli che vedono i propri servizi sempre più scadenti e il funzionamento degli enti locali rallentato, intasato e sempre più sfornito. La drammatica, ma inevitabile, scelta di riconsegnare al Governo le deleghe sui trasporti, è dovuta al pesantissimo taglio del 75% delle risorse al settore che rende pesantissima, se non impossibile, l’organizzazione di servizi efficaci per i cittadini. E non è escluso che, con questo andazzo, in futuro non si debbano riconsegnare nelle mani del governo centrale, tante altre deleghe importantissime per l’economia del territorio.

Deleghe, peraltro, gestite molto più efficacemente quanto più vicine al territorio, ai cittadini e ai loro bisogni (sempre in virtù del principio di sussidiarietà su cui si basa anche la nostra Carta Costituzionale). Soprattutto in questo momento di crisi il taglio alla spesa pubblica, necessario, non può comunque accanirsi sulle Regioni e sugli enti locali che non hanno altri strumenti per reperire risorse e si vedono costrette a rinunciare alle proprie competenze. Inutile blaterare di federalismo se poi questo si riduce a una mera deresponsabilizzazione da parte del governo centrale che suddivide i compiti, ma non fornisce i soldi per portare a termine idee, progetti e per rispondere alle esigenze del territorio.


da David Favia
coordinatore regionale IdV




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-09-2011 alle 18:27 sul giornale del 14 settembre 2011 - 1192 letture

In questo articolo si parla di politica, italia dei valori, david favia, idv

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/piY