Legambiente: prosegue l’attività del Nucleo di Vigilanza delle guardie zoofile

Legambiente 19/07/2011 -

Prosegue inarrestabile, anche in estate, l’attività del Nucleo di Vigilanza delle guardie zoofile di Legambiente e WWF di Ancona in collaborazione con il Servizio Veterinario dell'Asur di Ancona , come dimostrano i due sequestri portati avanti alla fine di giugno:



Il primo nei confronti di un cacciatore che deteneva tre cani da caccia in box piccoli e privi di acqua e cibo. Il proprietario è stato denunciato penalmente in base all'art. 727 del c.p. per “detenzione in condizioni incompatibili produttive di gravi sofferenze per gli animali stessi” .

Il secondo è avvenuto in zona Montemarciano, in seguito al ritrovamento, in una siepe vicino alla casa del proprietario, di un cane tempestato di zecche e morto prima che le guardie, giunte sul posto, potessero trarlo in salvo. Il proprietario è stato denunciato per “maltrattamento di animali “ reato previsto dall'art. 544 ter “chiunque per crudeltà o senza necessità cagiona una lesione ad un animale......” è punito con la reclusione da tre a diciotto mesi o con la multa da 5.000 a 30.000 euro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2011 alle 19:10 sul giornale del 21 luglio 2011 - 2256 letture

In questo articolo si parla di attualità, legambiente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nyi





logoEV