Atletica: mondiali under 18, le Marche lanciano con Lorenzo Del Gatto

Lorenzo Del Gatto 05/07/2011 -

Luglio è il mese delle rassegne internazionali giovanili per l’atletica. Si comincia a Lilla, nel nord della Francia, dove mercoledì scattano i Mondiali under 18. Con un marchigiano in gara: Lorenzo Del Gatto nel lancio del peso, che sarà impegnato giovedì 7 luglio con le qualificazioni (ore 9.00), per cercare l’accesso alla finale del pomeriggio (ore 16.45).



In un contesto molto selettivo, l’ingresso fra i migliori dodici sarebbe una vera impresa per il portacolori della Tecno Adriatletica Marche, il nuovo club nato dalla fusione di Sangiorgese Tecnolift e Collection Sambenedettese. E se il fenomeno neozelandese Jacko Gill, primatista mondiale, appare fuori portata per chiunque, c’è anche un nutrito gruppo di lanciatori in grado di esprimersi su alti livelli: in venti hanno una prestazione stagionale superiore rispetto a Del Gatto, che si presenta con il 18.61 realizzato un mese fa a San Benedetto del Tronto, il 7 giugno. Proprio grazie a quella misura, l’allievo di Alfio Petrelli ha ritoccato il suo record regionale, incrementando il 18.50 ottenuto in maggio sulla stessa pedana, con cui ha sottratto il primato (dopo 18 anni) all’ascolano Paolo Capponi, un atleta che poi si è affermato nella categoria assoluta. Ma anche Del Gatto ha già due maglie tricolori in bacheca: al titolo under 16, conquistato nel 2009, ha fatto seguito l’argento allievi dell’anno scorso e soprattutto l’oro indoor di quest’inverno. In più, nella passata stagione, una maglia azzurra al triangolare under 18 di Chiuro (Sondrio) contro Francia e Slovenia, per il marchigiano che è stato avvicinato all’atletica dai genitori, entrambi podisti. E adesso la grande avventura iridata.

“Seguirò il consiglio che mi hanno dato tutti a casa prima di partire, ovvero: “Fatti valere e divertiti!”, racconta il pesista, che risiede a Montegiorgio e si allena quotidianamente nell’impianto di Porto San Giorgio. “E’ la mia prima grande manifestazione internazionale in maglia azzurra. Caspita ragazzi, sono ai Mondiali”, esclama Del Gatto, appena sbarcato dall’aereo. “Per adesso l’emozione ancora non si sente troppo. Siamo un bel gruppo e, dopo l’esperienza dei raduni federali, sto facendo amicizia in particolare con gli altri lanciatori della squadra italiana”.

Il riferimento è anche allo stage della scorsa settimana a Schio (Vicenza), in preparazione all’evento. “So che mi aspetta una concorrenza fatta di avversari fortissimi di tutto il mondo - prosegue - con gente che fa misure incredibili. Ma lo vivo come uno stimolo positivo. E’ una grande opportunità e la mia medaglia potrà essere quella di fare, prima di tutto, il record personale nell’occasione più importante della stagione. Sarebbe un bel regalo di compleanno per i miei 17 anni”. E infatti Del Gatto spegnerà le candeline durante l’esperienza iridata, proprio nel giorno successivo alla sua gara, visto che è nato l’8 luglio ’94. “Da casa mi sono portato un sassolino tondo, che terrò nello zainetto durante la competizione. Me lo ha dato il mio allenatore Alfio Petrelli, sarà il mio piccolo portafortuna. Tutto il resto per andar bene, però, ce lo dovrò mettere io. Magari poi, quando avrò fatto il mio dovere di atleta, mi cimenterò anche nel mio cavallo di battaglia: l’imitazione di Giorgio Panariello. Lo faccio uguale! Ora, però, niente scherzi. E’ il momento di lanciare”.

Le gare dei Mondiali allievi di Lilla potranno essere seguite comodamente in tv, su Eurosport e anche in alta definizione (canale 211 per gli abbonati Sky), con questi orari nella giornata di giovedì 7 luglio: dalle 9.00 alle 12.45 e poi dalle 17.30 alle 20.00. E nelle prossime settimane toccherà alle altre categorie giovanili. Dal 14 al 17 luglio, andranno in scena gli Europei under 23 di Ostrava (Rep. Ceca), con il discobolo ascolano Eduardo Albertazzi, mentre dal 21 al 24 luglio saranno protagonisti gli under 20.

In quelle date si svolgeranno gli Europei juniores di Tallinn (Estonia), per i quali potrebbero essere convocati diversi atleti marchigiani: il velocista pesarese Lorenzo Angelini (Avis Macerata), campione italiano dei 200 metri, ma anche il mezzofondista Stefano Massimi (Asa Ascoli Piceno), in possesso del minimo sui 1500, poi il saltatore in alto Gianmarco Tamberi e infine Lorenzo Veroli (Atl. Maxicar Civitanova) nei 400 ostacoli.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2011 alle 18:11 sul giornale del 06 luglio 2011 - 2583 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mYT





logoEV