Esabes: difendersi nella Ripresa, valutazione delle tattiche difensive - parte 2

2' di lettura 26/06/2011 -

Le tattiche difensive descritte sono diverse nelle loro caratteristiche e nella loro adeguatezza, per ogni specifica impresa. Un azienda deve decidere quali saranno più appropriate nel suo settore, in considerazione degli sfidanti o nuovi concorrenti potenziali che si trova di fronte.



Valore per i clienti
Un’azienda deve scegliere quelle tattiche difensive che hanno valore per i clienti. Molte di esse richiedono investimenti nella pubblicità, in marchi da battaglia e in promozioni a taglio prezzo su certe varietà di prodotto.
La regola, oggi, è che tutto questo e/o altro non sarà efficace a meno che i clienti gli diano valore.

Struttura dei costi sproporzionata
Un’ azienda deve scegliere le tattiche difensive che collocano i concorrenti nella posizione di maggior costo relativo. L’efficacia è una non simmetria tra il costo della tattica per l’impresa e il costo che questa impone allo sfidante. Per esempio, un aumento nella pubblicità televisiva a livello nazionale, fatto da un’azienda che abbia una quota di mercato grande, di solito impone una spesa proporzionalmente maggiore ad uno sfidante con una quota più piccola, perché essa è soggetta a economie di scala che sono determinate dalla quota di mercato nazionale.

Sostenibilità del risultato
Scegliere sempre tattiche difensive che diano un risultato positivo duraturo. Se un’ azienda non è in grado di erigere barriere stabili o una credibile minaccia di ritorsione, allora l’investimento su di esse si giustifica poco o niente.

Chiarezza del messaggio
Scegliere sempre tattiche difensive che i potenziali sfidanti individueranno e di cui comprenderanno le implicazioni. I concorrenti spesso differiscono tra loro nella comprensione dei fattori economici del settore e nella capacità di percepire i segnali.

Credibilità
Basata sul possesso delle risorse per metterla in esecuzione e sul manifestare la ferma intenzione di farlo

Impatto agli obiettivi dei concorrenti
Un’ azienda deve scegliere le tattiche difensive che abbiano un impatto quantificabile su obbiettivi particolari dei suoi sfidanti

Altri effetti strutturali
Una nuova generazione di prodotti, che fa salire i costi di cambiamento e incoraggia la sostituzione, per esempio, è migliore di un taglio prezzi, che produce il risultato di aumentare la sensibilità ai prezzi da parte del cliente, sul lungo termine.

Ricorso alle stesse tattiche da parte delle altre imprese del settore
Le tattiche difensive daranno di solito il l oro risultato migliore nella difesa contro i nuovi entranti se vengono imitate dalle altre aziende presenti nel settore. Gli sforzi di spronare altre imprese del settore a fare la stessa mossa difensiva possono tradursi in un vantaggio competitivo e strategico nei settori in cui i nuovi entranti costituiscono una nuova minaccia peggiore degli attacchi da parte dei concorrenti






Questo è un articolo pubblicato il 26-06-2011 alle 21:14 sul giornale del 27 giugno 2011 - 22763 letture

In questo articolo si parla di economia, esabes, luigi biondini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mBi

Leggi gli altri articoli della rubrica Esabes





logoEV