Referendum, Donini: 'Il risultato si ricollega a Se non ora quando'

Referendum 2011 1' di lettura 14/06/2011 -

E’ stata una vittoria bellissima, ottenuta grazie alla partecipazione di donne e uomini, giovani e meno giovani; vittoria di chi ha partecipato e di chi ci ha creduto per primo facendo di tutto perché, raccogliendo le firme, si potessero sottoporre a referendum i quesiti sull’acqua, sul legittimo impedimento e sul nucleare.



Un’ampia e convinta partecipazione che ha dimostrato che su temi importanti i cittadini si mobilitano ed esprimono i loro orientamenti ideali, al di là di semplici appartenenze di partito. Per noi donne il 13 giugno si collega al 13 febbraio, alle grandi manifestazioni del “se non ora quando” che hanno dimostrato con la loro sensibilità che c’era un limite oltre il quale non si poteva andare.

Anche i referendum hanno marcato un limite: non si può accettare che la giustizia non sia uguale per tutti, che l’acqua sia oggetto di speculazione, che il futuro delle nuove generazioni sia devastato dal nucleare. Infine un ringraziamento ad Antonio di Pietro per l’impegno generoso e per la coerenza delle posizioni assunte.

Ninel Donini, coordinatrice regionale IdV donne






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2011 alle 18:20 sul giornale del 15 giugno 2011 - 1919 letture

In questo articolo si parla di referendum, politica, italia dei valori, referendum 2011

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/l63





logoEV