Jesi: Unasam sull'ospedale, 'la Regione assegni il 5% del fondo sanitario'

Unasam Marche 1' di lettura 31/05/2011 -

Denuncia da parte dell'associazione sulla situazione dell'ospedale di Jesi



Il 5% del fondo sanitario regionale a favore della salute mentale. A chiederlo alla Regione l'Unasam (Associazione Nazionale per la Salute Mentale) Marche che auspica inoltre il ri-finanziamento in tempi brevi del Progetto Obiettivo.

“La salute mentale deve tornare ad essere prioritaria -dichiara il neo presidente Unasam Marche Remo Curzi, eletto durante l'assemblea regionale del 21 maggio- è di vitale importanza che si apra una discussione seria sugli Opg (Ospedali giudiziari) e che venga inserita una rappresentanza di famigliari all’interno degli organi di controllo”.

Durante l’assemblea elettiva regionale, l'associazione ha eletto il nuovo direttivo: oltre al presidente Curzi, il vicepresidente Roberto Grelloni e i consiglieri Renato Guidi, Salvino Pozzi, Fausto Copparo e Rubina Catena.

“Si denuncia anche l’accorpamento a moduli per un totale di 80 posti letto a Jesi -prosegue Curzi- che sembra un tentativo di riproporre un sistema di controllo sociale manicomiale che ci auguravamo fosse superato in modo definitivo”.



Roberto Grelloni
Vicepresidente Unasam




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-05-2011 alle 09:31 sul giornale del 01 giugno 2011 - 1915 letture

In questo articolo si parla di attualità, roberto grelloni, Unasam

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ltf