Macerata: truffa ad istituti di credito, arrestato un napoletano

manette arresto 1' di lettura 19/05/2011 -

Il personale della Squadra Mobile di Macerata, nel corso di un servizio organizzato in merito a tentativi di truffa in danno di istituti di credito della provincia mediante accensione di conti correnti con utilizzo di documenti falsi, ha tratto in arresto in flagranza di reato un pluripregiudicato napoletano di 50 anni residente a Macerata.



F.G., accusato di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi, è stato fermato dai militari all'uscita di una banca della città. Il 50enne aveva con sè una carta d'identità rilasciata dal comune di Macerata nel 2008 con apposta la sua effige ma intestata ad un’altra persona. Il documento falso era stato utilizzato dall'uomo per ottenere il rilascio di una carta prepagata (Spider) da parte della banca dalla quale stava uscendo, dopo aver compiuto l’operazione peraltro andata a buon fine.

Inoltre F.G., trovato in possesso di un codice fiscale e di un cedolino paga con intestazione Ministero di Grazia e Giustizia risultati falsi poichè intestati ad un'altra persona ed altri documenti tutti falsi, è stato denunciato per il reato di Ricettazione ed altri reati in materia di falso documentale. L'uomo si trova ora nel carcere di Camerino.






Questo è un articolo pubblicato il 19-05-2011 alle 19:38 sul giornale del 20 maggio 2011 - 2712 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, Sudani Alice Scarpini, questura di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/k1U