Poesia e arte dietro le sbarre: al via Liberamente

2' di lettura 28/04/2011 -

Prenderà il via nel mese di maggio “Liberamente”, il progetto nato dalla collaborazione tra l’Ombudsman regionale - Difensore dei diritti dei detenuti, l’Ufficio scolastico regionale delle Marche, la Casa Circondariale di Montacuto e il Liceo artistico Mannucci di Ancona.



L'iniziativa, presentata questa mattina (28 aprile) ad Ancona, si propone di migliorare la qualità della vita dietro le sbarre e favorire la riabilitazione e socializzazione dei detenuti attraverso laboratori di scrittura creativa, poesia e arte.

“Il progetto – ha spiegato l'ombudsman regionale, Italo Tanoni - fa parte di un pacchetto di iniziative per il reinserimento e il recupero psicologico e relazionale dei detenuti, che il garante sta mettendo in atto negli istituti penitenziari marchigiani. Partiamo da Montacuto ma il nostro obiettivo è quello di arrivare a estendere quest'iniziativa anche alle altre realtà penitenziarie marchigiane”.

“Liberamente” prevede due laboratori artistici - uno di scrittura poetica e l'altro di pittura - e quattro incontri con artisti di fama internazionale. Hanno, infatti, aderito al progetto i maestri Bruno d'Arcevia a Oscar Piattella e i poeti Umberto Piersanti e Gianni D'Elia che incontreranno i detenuti di Montacuto nelle prime due settimane di maggio. In seguito verranno attivati i laboratori di scrittura creativa che termineranno nelle prime due settimane di giugno. Il calendario prevede poi due laboratori di arti figurative che si concluderanno entro metà luglio. Le opere e i testi realizzati nel corso del progetto verranno pubblicati dalla Regione Marche.

”La nostra ambizione – ha spiegato il dirigente scolastico del liceo artistico Mannucci, Alfio Albani che insieme a Bruno Mangiaterra si occuperà dei laboratori creativi – è quella di arrivare alla realizzazione di una pubblicazione in forma narrativa che racconti cosa è successo nel corso del progetto”. Alla conferenza stampa hanno partecipato il direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale, Michele Calascibetta, e la direttrice della casa circondariale di Montacuto, Santa Lebbroni, che ha sottolineato il valore dell'iniziativa “alla quale abbiamo aderito – ha detto – con grande entusiasmo”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-04-2011 alle 18:00 sul giornale del 29 aprile 2011 - 2400 letture

In questo articolo si parla di attualità, marche, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/j9N