Camerano: nuovo ospedale, pronta la variante. Entro fino autunno l’avvio i lavori

3' di lettura 18/04/2011 -

Entro fine autunno potranno iniziare i lavori per la realizzazione del nuovo complesso ospedaliero di Ancona Sud, in località Aspio di Camerano, che ospiterà anche l’Inrca e l’Agenzia nazionale per l’invecchiamento.



La previsione è stata rispettata, a seguito della conclusione del procedimento di approvazione della variante urbanistica parziale al Piano regolatore (Prg) del Comune di Camerano. Regione Marche, Provincia di Ancona, Comune di Camerano hanno firmato oggi l’Accordo di programma che chiude l’istruttoria urbanistica e avvia quella dell’appalto dei lavori. La Provincia dovrà ora emanare un decreto di approvazione della variante che verrà ratificato dal Comune di Camerano (entro 30 giorni) e pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione.

Il decreto equivale “al permesso di costruire per la nuova struttura ospedaliera” e consentirà di attivare il bando di gara per individuare l’impresa esecutrice che dovrà concludere l’intervento entro il 2014. “Grazie alla perfetta sinergia e alla proficua collaborazioni tra gli enti territoriali coinvolti, è stato possibile concludere la fase amministrativa nei tempi preventivati – ha commentato il presidente della Regione, Gian Mario Spacca – Un risultato non scontato, nel nostro Paese, che qui siamo riusciti a conseguire attraverso un ottimo lavoro di squadra. Ora possiamo iniziare la fase esecutiva che consentirà alle Marche di porsi come punto di riferimento nazionale per le politiche della longevità attiva e di dotare il comprensorio di Ancona Sud di una struttura ospedaliera d’avanguardia”.

“A questo progetto ciascun ente ha portato il proprio contributo di idee e di risorse economiche – afferma la presidente della Provincia di Ancona, Patrizia Casagrande – È stato costruito un percorso condiviso che oggi segna una svolta fondamentale nella realizzazione di servizi efficienti per la comunità”. “Siamo giunti alla fase conclusivo di un percorso amministrativo complesso, in cui i cittadini hanno potuto proporre le proprie osservazioni alla variante proposta – ribadisce il sindaco di Camerano, Carmine Di Giacomo – Un ringraziamento va ai tecnici che hanno lavorato, con competenza, su una pratica urbanistica particolarmente impegnativa che consentirà alle Marche di disporre di una struttura sanitaria all’avanguardia”.

L’appalto verrà assegnato sulla base del progetto predisposto dalla F&M (associazione di imprese che si è aggiudicata, nel 2009, il concorso di idee indetto dalla Regione Marche). Con la firma dell’Accordo viene approvata la variante urbanistica, dichiarata la pubblica utilità dell’opera, apposto il vincolo ai terreni interessati alla realizzazione delle opere di viabilità e di sistemazione idraulica esterna all’area del nuovo complesso ospedaliero. La Regione Marche seguirà le varie fasi progettuali (del nuovo ospedale, della viabilità, delle opere idrauliche), la Provincia di Ancona e il Comune di Camerano provvederanno agli espropri necessarie e fungeranno da “stazione appaltante” relativamente alle opere di adeguamento della viabilità. Il Comune approverà anche il Piano di zonizzazione acustica e cederà gratuitamente il terreno di proprietà comunale che ricade nella zona urbanistica interessata all’intervento. I costi per adeguare la viabilità (provinciale) saranno sostenuti dalla Provincia con 300 mila euro annui per tre esercizi finanziari. Il Comune di Camerano, con 50 mila euro annui per tre esercizi finanziari, realizzerà una rotatoria lungo Via Zingari (la strada di collegamento con il nuovo ospedale).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2011 alle 17:07 sul giornale del 19 aprile 2011 - 1396 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche





logoEV