Il Cpr di RC delle Marche formula a Massimo Rossi gli auguri di buon lavoro

rifondazione comunista prc 2' di lettura 12/04/2011 -

Il Comitato Politico Regionale delle Marche del PRC prende atto dell’elezione del compagno Massimo Rossi, già candidato alla presidenza regionale per la coalizione di sinistra nell’ultima tornata elettorale, a portavoce nazionale della Federazione della Sinistra, interpretandola anche come un riconoscimento dell’esperienza e del ruolo di Rifondazione Comunista delle Marche, conseguenza dell’impegno e della passione di militanti e di gruppi dirigenti – regionali e federali – che in tempi molto difficili sono stati e sono ancora in grado di esprimere con autorevolezza un progetto e una proposta politica emblematica che ha consentito al nostro Partito di sottrarsi al ricatto di un centro-sinistra dal profilo ultra-moderato ed è anche riuscito a rompere l’isolamento politico a cui il PD voleva destinarlo con un’alleanza positiva ed efficace con SEL.



Peraltro è doveroso rilevare che tale candidatura non scaturisce da un progetto politico chiaro reso comprensibile e condiviso dai gruppi dirigenti nazionali della Federazione e da un confronto con le istanze regionali e territoriali di RC, ma ripropone, attraverso una divisione nel PRC e nella stessa Federazione, l’ennesima designazione dall’alto da parte di un gruppo dirigente nazionale incapace di esprimere collegialità, condivisione e sintesi, soprattutto livelli di direzione politica in costante relazione con l’impegno del nostro corpo militante. In questo contesto il rischio è di far percepire questa scelta più come una novità mediatica che come una espressione di una assunzione di più ampie responsabilità da parte delle istanze periferiche del Partito e di coloro che ne sono espressione.

Al di la delle considerazioni esposte, il CPR di RC delle Marche formula al compagno Massimo Rossi gli auguri di buon lavoro e anche con la nomina dei propri rappresentanti nel Coordinamento regionale della Federazione della Sinistra s' impegnerà con tenacia per il rafforzamento e la credibilità della stessa Federazione, augurandosi di veder condiviso il suo sforzo dal livello di direzione politica nazionale del Partito, a tutt’oggi gestito in modo del tutto inadeguato e insufficiente. Per questi motivi il CPR di RC delle Marche si riunirà quanto prima invitando la segreteria nazionale a partecipare a una discussione sulle questioni esposte dal presente documento. Il presente documento è stato votato all’unanimità dei presenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2011 alle 18:19 sul giornale del 13 aprile 2011 - 1079 letture

In questo articolo si parla di politica, Partito della Rifondazione Comunista, massimo rossi, partito rifondazione comunista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jyF





logoEV