Lisippo e Associazione Cento città: nota del dirigente Cultura Raimondo Orsetti

Lisippo, Spacca a Los Angeles 3' di lettura 06/04/2011 -

“Singolari appaiono le considerazioni di Alberto Berardi in merito alla vicenda Lisippo. Berardi afferma che l’avv. Fiorilli ha sconsigliato l’iniziativa del presidente Spacca a Los Angeles.



Al contrario: si ribadisce ancora una volta che la vicenda in questione è stata preventivamente affrontata dalla Regione proprio con l'avv.Fiorilli alle cui indicazioni e suggerimenti ci siamo attenuti scrupolosamente. Indicazioni e suggerimenti che, ripetiamo, ci sono stati forniti via mail (tutto è dunque documentato e verificabile anche presso le autorità diplomatiche italiane che sono sempre state presenti agli incontri) dallo stesso Fiorilli prima della nostra partenza per gli Stati Uniti. In una mail del 22 marzo, in particolare, l'avv.Fiorilli suggeriva alla delegazione marchigiana di effettuare una visita alla Getty Villa e di comunicare alla stampa americana il “valore – torno a citare testualmente – di testimonianza della cultura italiana della statua, l'interesse dei cittadini delle Marche al ritorno della statua a Fano, la fiducia che il J.Paul Getty Trust vorrà accogliere la richiesta dei cittadini delle Marche e dare in tal modo testimonianza di interpretare in chiave etica il proprio ruolo di ente culturale di rilevanza mondiale; di esprimere l'impegno della Regione a collaborare per attivare una proficua collaborazione culturale con l'ente museale”.

La registrazione integrale della conferenza stampa tenuta dal presidente Spacca a Los Angeles, di cui sia l’Avvocature dello Stato sia l’associazione Cento Città potranno avere copia, testimonia che il presidente stesso si è attenuto alle indicazioni dell'avv. Fiorilli. Questa visita ha già prodotto risultati significativi perché il Getty Museum è stato messo di fronte alle sue responsabilità sull’adozione di comportamenti eticamente corretti, indispensabili per un’istituzione culturale tra le più prestigiose nel mondo. Questa valutazione ha fatto breccia nell’opinione pubblica americana ed è assolutamente indipendente dal pronunciamento giudiziario che dovrà essere assunto dal giudice di Pesaro. In modo particolare è stata apprezzata la disponibilità a sviluppare forme di collaborazione tra il museo e la Regione ai fini della valorizzazione del patrimonio culturale e artistico della nostra regione, indipendentemente dalla vicenda giudiziaria del Lisippo. Non dimentichiamo che anche qualora il giudice di Pesaro dovesse attribuire la proprietà dell’opera a patrimonio indisponibile dello Stato, per avere la restituzione della stessa sarebbe comunque necessario un atteggiamento collaborativo da parte del museo e in questo senso la visita del presidente della Regione Marche apre un terreno di confronto particolarmente significativo. Quanto alla vicenda giudiziaria, infine, la Regione Marche è talmente convinta della necessità di recuperare l’opera, che sta sostenendo finanziariamente anche le spese legali”.

Continuano intanto, sui mass media americani, l’eco mediatica della visita del presidente Spacca al Getty Museum. La stampa, anche quella on line, degli Stati Uniti se ne sta occupando in maniera diffusa, con servizi e interviste al presidente Spacca. Articoli sono usciti su molte testate prestigiose, tra le quali The Wall Street Journal, Los Angeles Times, Los Angeles Daily News, ABC, Huffington Post, Newsweek, CBS e Associated Press.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2011 alle 18:18 sul giornale del 07 aprile 2011 - 1440 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, lisippo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jkH