Pesaro: da anni violentava la convivente, arrestato un peruviano

violenza in casa 1' di lettura 04/04/2011 -

Trasferitosi dal Perù a Pesaro per intraprendere una nuova vita assieme alla convivente, già residente in città, l'uomo in preda ad alcol e crisi di gelosia, da anni picchiava e violentava sessualmente la connazionale. 



Lucia 53 anni di origine peruviana, badante, è l’ennesima vittima di violenze tra le mura domestiche e anche in questa occasione non si tratta di uno sconosciuto ma del proprio convivente. L'uomo C.R.M. un connazionale 43enne, aveva deciso qualche anno fa di raggiungere Lucia a Pesaro per iniziare una nuova vita insieme.

La notte tra venerdì e sabato l'uomo rientrato a casa completamente ubriaco, tenta di avere un rapporto sessuale con Lucia ma lei desiste, così dopo aver rotto qualche piatto e bicchiere per la rabbia, il 43enne si corica a letto. L'indomani l'uomo cerca Lucia, che per timore aveva dormito altrove e appena la trova approfitta della donna violentandola sessualmente.

Lucia stanca dei continui abusi decide allora di presentarsi in caserma per denunciare l'accaduto e raccontare le numerose violenze causate da alcol, gelosie pretestuose e rancori che ormai da tempo erano all’ordine del giorno. Successivamente i militari accompagnano la donna in lacrime al pronto soccorso. Il referto parla di ferite lacero contuse in tutto il corpo con prognosi di 15 gg.

Constatato il fatto, i carabinieri fanno irruzione nella casa della donna e traggono in arresto il peruviano, con l'accusa di violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia.






Questo è un articolo pubblicato il 04-04-2011 alle 11:45 sul giornale del 05 aprile 2011 - 1501 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, violenza, pesaro, violenza in casa, rossano mazzoli, peruviano





logoEV