Sport e scuola, Coni e Regione insieme nel progetto 'alfabetizzazione motoria

2' di lettura 10/02/2011 -

Partirà da lunedì 14 febbraio il progetto “Alfabetizzazione motoria” per le scuole primarie delle Marche



Si tratta di un progetto dedicato appunto ai ragazzi delle scuole medie, che da lunedì e fino alla fine dell’anno scolastico, potranno avere a disposizione due ore di ginnastica e di teoria, guidati da esperti e giovani laureati in scienze motorie. Quest’anno la Regione Marche ha deciso di contribuire allo sviluppo del progetto con un fondo di 180mila euro. “Insieme al Piemonte, la nostra è l’unica Regione ad aver dato una così grande attenzione all’educazione allo sport – dice Fabio Sturani, presidente del Coni Marche – In un clima di tagli e di difficoltà, l’attenzione specifica ai nostri ragazzi rappresenta un ottimo segnale”.

“Alfabetizzazione motoria”, in realtà, era già stato avviato lo scorso anno, ma con il finanziamento regionale, dice Sturani, “le 384 classi coinvolte diventeranno nel 2011 ben 822, per un totale di 76 scuole coinvolte in tutto il territorio”. Se poi si sommano gli alunni coinvolti dal progetto “Gioco sport”, si arriva a 2064 classi, “il 62% della popolazione scolastica marchigiana”. Il progetto consentirà inoltre l’assunzione di 265 laureati in scienze motorie che seguiranno i ragazzi nelle loro attività. “Un investimento globale nello sport – dice Sturani – Con questa iniziativa non solo diamo la possibilità a dei giovani neolaureati di affacciarsi al mondo del lavoro, ma educhiamo i nostri ragazzi all’attività sportiva ed all’agonismo”.

Assente l’assessore regionale Serenella Moroder, il dirigente Pietro Talarico conferma: “Le Marche sono da anni all’avanguardia nella promozione dei valori dello sport e dell’educazione. Stiamo lavorando ad una convenzione nazionale per la formazione degli studenti, e su indicazione dell’Unione Europea organizzeremo delle specifiche giornate formative nelle scuole della regione”. Il sindaco di Falconara Goffredo Brandoni (e vicepresidente dell’Anci) ribadisce la bontaà del progetto, “che ha finalità sociali e culturali, oltre che di tutela della salute dei nostri ragazzi”, mentre l’assessore allo Sport della Provincia di Ancona, Eliana Maiolini, parla di “passo in avanti” nel progetto globale che vede nello sport “una politica di welfare”.








Questo è un articolo pubblicato il 10-02-2011 alle 16:59 sul giornale del 11 febbraio 2011 - 948 letture

In questo articolo si parla di regione marche, provincia di ancona, sport, fabio sturani, eliana maiolini, goffredo brandoni, Anci Marche, emanuele barletta, pietro talarico, alfabetizzazione motoria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hgK





logoEV