Ucchielli (Pd): 'Sotto l’albero altri tagli per i marchigiani da Bossi e Berlusconi'

ucchielli 1' di lettura 17/12/2010 -

È una scelta politica individuare a chi far pagare i costi del risanamento del bilancio pubblico. Bossi e Berlusconi hanno deciso che i marchigiani avranno solo 40 milioni di euro di trasferimenti invece di 220.



“Il governo del federalismo a chiacchiere ha prodotto la peggiore manovra centralista della storia di questo Paese, mettendo in ginocchio gli Enti locali – commenta così lo scenario finanziario del 2011 il segretario regionale del Partito Democratico Palmiro Ucchielli. 180 milioni di euro in meno alla Regione Marche, uno scandalo e una vergogna se pensiamo ai milioni di euro buttati dalla finestra da questo Governo per Alitalia, ponte sullo Stretto, scudo fiscale, etc… “.

Tagli lineari indiscriminati, senza alcuna valutazione di merito sulla delicatezza di alcuni settori, come i servizi sociali e alla persona, né tenendo conto della meritocrazia da applicare a regioni virtuose e con i conti a posto, come le Marche. “Siamo molto preoccupati - sostiene Ucchielli – perché a farne le spese saranno famiglie, lavoratori, imprese, studenti. Di fronte alla mancanza di servizi, chi potrà dovrà pagarli di tasca propria e chi non potrà dovrà affidarsi alla beneficenza.” Un doppio taglio perché oltre a rinunciare a 180 milioni di euro, bisognerà fare i conti con la soglia di spesa prevista dal patto di stabilità. “Sosterremo con forza il lavoro della giunta regionale nello sforzo che compie per ridurre al minimo il taglio dei servizi e di conseguenza i disagi all’intera comunità marchigiana”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2010 alle 16:14 sul giornale del 18 dicembre 2010 - 678 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, palmiro ucchielli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fAm





logoEV