Castelraimondo: vittima di un pedofilo lo fa arrestare e salva anche una coetanea

guardia di finanza 1' di lettura 02/12/2010 -

La Guardia di Finanza ha tratto in arresto un 78enne che addescava giovani bambine nei giardini pubblici per poi abusare sessualmente di loro. A permettere l'arresto del pedofilo, un bambina vittima dell'uomo.



Nel corso del suo racconto, la giovane vittima avrebbe dichiarato agli uomini della Guardia di Finanza che anche una sua coetanea sarebbe stata vittima di abusi sessuali da parte dei grandi. I finanzieri, pertanto, hanno immediatamente avviato le indagini attraverso sopralluoghi, appostamenti, pedinamenti e rilevamenti fotografici nella zona dei giardini pubblici di Castelraimondo, dove il 78enne addescava le vittime, ma anche di San Severino e Gagliole.

A seguito dell'attività investigativa quindi gli uomini della Guardia di Finanza, oltre ad arrestare il 78enne, sono riusciti a porre fine anche agli abusi della seconda bambina. Una rumena di 11 anni, che oggi ne ha 12, infatti per mesi avrebbe subito violenze sessuali da parte di un gruppo di uomini tra i 30 ed i 45 anni. In manette per questo caso sarebbero finite 6 persone: tre albanesi, due rumeni ed un italiano. Quest'ultimo e un rumeno hanno ottenuto dal gip di Camerino Daniela Bellesi gli arresti domiciliari. I tre albanesi sono stati condotti presso il carcere di Camerino mentre l'altro rumeno ha l'obbligo di firma.






Questo è un articolo pubblicato il 02-12-2010 alle 19:23 sul giornale del 03 dicembre 2010 - 888 letture

In questo articolo si parla di cronaca, castelraimondo, guardia di finanza, Sudani Alice Scarpini, pedofilia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/e5N

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici





logoEV