Droga: prosegue l'impegno della Regione per la lotta

Luca Marconi 2' di lettura 01/12/2010 -

La giunta regionale ha approvato, su proposta dell’assessore alle politiche sociali Luca Marconi, gli indirizzi di programmazione ed i criteri di ripartizione delle risorse economiche destinate al contrasto delle dipendenze patologiche da sostanze illegali.



“Prosegue – spiega l’assessore Marconi - nonostante i pesanti tagli imposti dal governo nazionale al sociale, l’impegno della Regione Marche nella lotta a tutte le droghe. L’obiettivo è continuare a lavorare con gli operatori e i Dipartimenti in un'ottica di sistema come è nelle funzioni di tali strutture, le prime a livello nazionale ad aver costruito un modello di integrazione pubblico-privato sociale. Vogliamo intensificare ancora l’azione volta al contenimento del fenomeno, strappando da questa ignobile dipendenza il maggior numero di giovani possibile con un’offerta terapeutica e di servizi residenziali grazie i quali sia possibile curarsi e ritrovare un’esistenza libera e dignitosa”.

Le risorse stanziate dalla Regione Marche ammontano a 2.188.491 euro. Di questa somma circa la metà, 1.046.900 euro, serviranno per garantire la continuità agli interventi residenziali, semiresidenziali, di strada e di counseling telefonico attraverso il numero verde regionale (800 01 22 77). Un milione di euro è poi destinato ai nove Dipartimenti dell’Asur per il lavoro degli operatori per le dipendenze patologiche e infine 141.590 euro serviranno per avviare interventi di inclusione socio-lavorativa. Nelle Marche sono oltre 4mila gli utenti che fanno ricorso ai servizi per le dipendenze di cui l'83% sono maschi, il 17% femmine e negli ultimi anni si registra un trend crescente nell'utilizzo di droghe da parte degli ultraundicenni. La prevalenza delle sostanze utilizzate sono per il 75% oppiacei, il 9% cocaina, 12% cannabinoidi e la restante percentuale droghe sintetiche.

La rete sanitaria attraverso 9 dipartimenti, 13 servizi dipendenze, 31 strutture riabilitative residenziali, 12 strutture semiresidenziali e 9 servizi di prossimità con unità di strada, agisce con 221 operatori pubblici e 113 del privato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2010 alle 17:20 sul giornale del 02 dicembre 2010 - 456 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, luca marconi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/e1e





logoEV