Le Marche del Volley: Massimo Concetti testimonial di Ancona Mondiale

3' di lettura 22/09/2010 -

Gli occhi e la concentrazione di Massimo Concetti allora erano rivolti altrove. Della gesta di Kim Ho Chul e degli altri campioni impegnati al PalaVeneto di Ancona gli arrivava solo l’eco.



Lui, 24 anni all’epoca, di professione centrale, uno scudetto appena conquistato con il Catania, indossava la casacca azzurra numero 9 per sgretolare la resistenza di Belgio, Egitto e Cina, colonna portante di quella squadra che avrebbe poi conquistato l’argento mondiale e scritto una pagina fondamentale della storia della pallavolo italiana. Era il 1978. Trentadue anni dopo, il Campionato del mondo maschile torna ad Ancona e stavolta gli occhi e la concentrazione di Massimo Concetti, falconarese doc, saranno rivolti esclusivamente sul girone del PalaRossini che dal 30 settembre al 2 ottobre vedrà impegnate sei delle Nazionali più competitive del globo: in base al pronostico, ci saranno gli Stati Uniti campioni olimpici in carica, la Polonia campione d’Europa, forse anche il favoritissimo Brasile detentore del titolo iridato.

"E’ un evento di straordinario spessore tecnico e spettacolare – sottolinea Concetti –; sono certo che il pubblico risponderà alla grande. C’è sete di grandi avvenimento e c’è la consapevolezza che Ancona e le Marche poggiano su una eccellente e rodata macchina organizzativa. Un’assegnazione che ci siamo meritati: perché qua si palpa la passione, perché da noi c’è una scuola di pallavolo, c’è la cultura della tecnica grazie ai tanti maestri “figli” di questa regione. Le Marche rappresentano da sempre un punto di riferimento per tutti a livello giovanile, dirigenziale ed organizzativo. E questo lo dobbiamo anche a personaggi come Franco Brasili che tutti ci invidiano". Guardare al mondiale ormai prossimo allo start (da sabato le prime schiacciate sottorete) vuol dire anche fare un salto nel passato, sulle ali di quel Gabbiano d’argento che prese il volo nel 1978. "Era la mia seconda esperienza ai mondiali; la prima (nel ’74 in Messico) l’avevo vissuta dalla panchina. Ma nella rassegna italiana ero partito titolare, in un gruppo di grandi qualità condotto da un’eccellente guida come il prof. Pittera. Era un’altra pallavolo, meno fisica di quella di oggi». A fare da trait d'union tra ieri ed oggi, la cornice di pubblico.

"Il tifo fu fondamentale, tanto che conquistammo la finale grazie alla spinta della gente. Così tanta, come nella finale di Roma, l’ho vista solo a Rio de Janeiro. L’apporto dei tifosi sarà importante anche per l’Italia di Anastasi, una squadra ringiovanita che si presenta al via nelle vesti di outsider: speriamo che il 7° uomo sia determinante come lo fu per noi». Allenatore di talenti (lo scorso maggio ha vinto il tricolore under 14 alla guida della Volley Game Falconara), Concetti ha un pensiero speciale per Emanuele Birarelli, “erede” della grande tradizione marchigiana in azzurro. "Per me è come un figlio. L’ho aiutato a riprendere a giocare e vederlo in campo è un grande orgoglio". Icona delle “Marche del volley”, Massimo Concetti è oggi l’ideale testimonial del mondiale di Ancona e delle Marche, di un mondiale la cui attesa sta esponenzialmente crescendo, anche attraverso le tante promozioni attivate nelle scuole. Concetti è stato protagonista della Notte Bianca di Ancona, nell’happening Mondiale allestito in Piazza Pertini da “Le Marche del volley”. Una promozione efficace quanto la visita nelle scuole di Volly, la rondine - mascotte impegnata a distribuire i coupon per il ritiro dei biglietti d’ingresso al PalaRossini: un’iniziativa condotta in collaborazione con Banca Marche che, in quanto partner del volley di vertice e di base, ha messo a disposizione 500 biglietti omaggio. Iniziativa che sta ottenendo un evidente riscontro. E la caccia al biglietto continua, sulle ali di una rondine che ha nella “primavera” dei giovani gli interlocutori privilegiati.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-09-2010 alle 19:17 sul giornale del 23 settembre 2010 - 1227 letture

In questo articolo si parla di attualità, Col Mondiali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/crJ





logoEV