Parentopoli, botta e risposta tra Bugaro e Ucchielli

giacomo bugaro 1' di lettura 15/09/2010 -

Giacomo Bugaro, consigliere regionale e vicepresidente dell'Assemblea Legislativa delle Marche, denuncia presunti favoritismi nell'assegnazione di alcuni appalti per la Regione e la Provincia.



"Come mai ci sono tanti parenti dd in una società che opera per gli enti locali con volumi di fatturato a nove cifre?". E' la domanda retorica che Giacomo Bugaro rivolge al governo regionale in merito ad un presunto caso di "parentopoli" che sarebbe emerso dopo la vittoria dell'appalto per il Cup Unico da parte cella Cooperativa Italcappa di Pesaro.

Il caso, in realtà, era stato sollevato da Franca Romagnoli, anche lei consigliere regionale del Pdl, ma Bugaro va ancora più a fondo: "
"Tra gli amministratori della coop ci sono volti noti, a vario titolo legati a soggetti istituzionali impegnati negli enti locali delle Marche. Ho anche notizia che figli, mogli e collaboratori di personalità della sinistra, soprattutto pesarese, lavorano in quella cooperativa". Non solo: secondo Bugaro, la Italcappa si sarebbe aggiudicata anche "il bando per le pulizie della Provincia di Ancona". Il che, secondo il consigliere regionale, rappresenterebbe un problema che ha un "rilievo politico".

Immediata la replica di Palmiro Ucchielli, segretario regionale del Pd ed ex presidente della Provincia di Pesaro. "
Ho due figlie disoccupate. Io rappresento il Pd, i problemi sono per chi fa cose che non deve fare".






Questo è un articolo pubblicato il 15-09-2010 alle 17:29 sul giornale del 16 settembre 2010 - 754 letture

In questo articolo si parla di politica, giacomo bugaro, palmiro ucchielli, emanuele barletta, pdl marche, pd marche, cup unico regionale, parentopoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/b09





logoEV