Pesaro: prorogata la mostra Ghirri-Giacomelli

centro visivo pescheria 3' di lettura 01/09/2010 -

Nei primi giorni del mese di luglio presso il Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro, è stata inaugurata la mostra "Paesaggi. Luigi Ghirri-Mario Giacomelli".



Per la prima volta in uno spazio espositivo pubblico, vengono presentate le opere di Luigi Ghirri e Mario Giacomelli, due maestri della fotografia italiana. La posizione geografica di Pesaro, situata ai confini tra le Marche e la Romagna, ha suggerito questa mostra basata sull’idea di paesaggio, interpretata dai due artisti: orizzonti evanescenti e metafisici per Ghirri , superfici drammatiche e contrastate per Giacomelli. Ad oggi la mostra ha riscosso un grande successo di pubblico, registrando più di milleduecento presenze dall’inizio di luglio, pertanto è stata disposta la proroga fino a domenica 26 settembre. Il 25 ed il 26 settembre si celebrano le GEP, Giornate Europee del Patrimonio, ideate nel 1991 dal Consiglio d’Europa per potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei. Il MiBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali), come ogni anno, partecipa all’evento e organizza sull’intero territorio nazionale iniziative che vogliono risaltare i contenuti della cultura e del Patrimonio italiano. Il Centro Arti Visive Pescheria aderisce all’iniziativa: domenica 26 settembre, in occasione delle GEP, l’ingresso alla mostra sarà gratuito. Nei due spazi espositivi del Museo, la Chiesa del Suffragio e il loggiato, sono esposte circa 80 opere selezionate dai curatori. Nei paesaggi familiari della costiera romagnola, interpretati da Ghirri, e le campagne delle colline marchigiane viste da Giacomelli, i due autori hanno cercato il senso e la ragione di un legame speciale con i luoghi di infanzia e di vita quotidiana che diventano lo scenario preferito e primario per le proprie osservazioni, oggetto di studio e di lavoro fertile e creativo. Tra documentazione e invenzione, il paesaggio ridefinisce in queste opere l’orizzonte creativo degli autori che compongono, da una fotografia all’altra, la mappa geografica personalissima, e per questo vera e profonda, della costa adriatica – romagnola e marchigiana – come il confine tra uno spazio esterno da percorrere e uno più interno da lasciar affiorare in superficie.

E’ un itinerario visivo legato ad un ‘viaggiare senza spostarsi’ attraverso il territorio, un modo per il visitatore di scoprire paesaggi sconosciuti o riconoscere luoghi familiari attraverso l’interpretazione degli artisti.

Un’esposizione che ancora una volta cerca di sottolineare l’importanza del legame con un territorio proiettato verso il mondo esterno, per far sì che tutti possano comprenderne il profondo valore culturale ed artistico.

Il catalogo, edito da Silvana Editoriale, presenta la riproduzione delle opere in mostra e i testi critici di Alessandra Mauro, Simona Guerra e Massimo Mussini.

Luigi Ghirri (Reggio Emilia 1943-1992) è considerato uno dei maestri della fotografia italiana del dopoguerra. Tra i suoi lavori fotografici a colori dedicati al paesaggio, che interpreta in maniera silenziosa e metafisica, celebre è la serie dedicata alla Via Emilia (1986). I suoi lavori sono conservati presso varie realtà museali nel mondo, tra cui Stedelijk Museum (Amsterdam), Musée-Château (Annecy), Musée de la Photographie Réattu (Arles), Museum of Modern Art (New York), Cabinets des estampes - Bibliotèque Nationale (Paris), Fond National d'Art Contemporain (Paris).

Mario Giacomelli (Senigallia 1925-2000) ha interpretato il territorio marchigiano con un linguaggio delicato e poetico, basato su immagini in bianco e nero di grande rigore compositivo. Le sue immagini sono state esposte nei più grandi spazi espositivi del mondo, dalla Photokina di Colonia nel 1963 al MOMA di New York (1964), dal Metropolitan di New York (1967) alla Bibliothèque Nationale di Parigi (1972), dal Victoria & Albert Museum di Londra (1975) al Visual Studies Workshop di Rochester (1979).

PERIODO MOSTRA: PROROGATA A DOMENICA 26 SETTEMBRE ORARIO: 10-12/18-23 CATALOGO: Silvana Editoriale INGRESSO CON BIGLIETTO INFO: 0721-387651/53 www.centroartivisivepescheria.it


da Fondazione Pescheria Centro Arti Visive





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-09-2010 alle 16:07 sul giornale del 02 settembre 2010 - 672 letture

In questo articolo si parla di attualità, Centro Arti Visive Pescheria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bGV





logoEV