La lunga estate di Marche Jazz Network

2' di lettura 26/06/2010 -

Dal 1° luglio al 12 agosto, oltre quaranta concerti in quattro province delle Marche.



Chiusa con grande successo di pubblico la rassegna invernale “Parco dei Teatri Jazz”, Marche Jazz Network riparte con un programma estivo che consolida questa realtà come una delle più attive e variegate di tutta Italia. Di più: la rete MJN, fondata da Ancona Jazz, Fano Jazz e TAM, da questa estate si avvale dell’accordo con l’Associazione Musicamdo di Camerino che opera nel maceratese; saranno pertanto oltre 150 i concerti annuali della rete con quattro province rappresentate per diffondere il jazz nelle Marche nelle sue sfaccettature, in modo coordinato e non competitivo. Infatti, le singole situazioni mantengono inalterate le linee musicali che le caratterizzano ormai da decenni. Il pubblico è in grado così di apprezzare tutti gli stili e le contaminazioni del jazz, dal mainstream fino alle forme moderne e d’avanguardia, anche in autentici progetti esclusivi commissionati per gli eventi estivi. Il programma generale e cronologico del cartellone MJN è scaricabile dal sito www.marchejazznetwork.it, da cui si può accedere ai siti delle associazioni per informazioni più dettagliate su rassegne e concerti.

Le suggestioni più avvincenti provengono proprio dalla storia delle varie realtà. “Musicamdo” parte il 1° luglio con la XIV edizione a Camerino del Premio “Massimo Urbani”, dal quale sono scaturiti autentici giganti del jazz italiano, come Francesco Cafiso e Rosario Giuliani, per poi diffondersi in vari centri del maceratese con nomi del calibro di Fabrizio Bosso, Antonello Salis, Roberto Fonseca. “Ancona Jazz Summer Festival”, dal 2 al 12 luglio per lo più alla Mole Vanvitelliana, si distingue per alcune esclusive italiane ed una europea (l’immenso arrangiatore Bob Brookmeyer dirige la marchigiana Colours Jazz Orchestra), con artisti raramente presentati in Italia (Martin Taylor) e la consueta attenzione al canto (Dena DeRose) e al Brasile (Eumir Deodato). “Fano Jazz by the Sea”, dal 25 al 31 luglio, svela la sua vocazione di sede turistico/culturale d’eccellenza, con un cartellone in equilibrio tra jazz funk (Marcus Miller, Maceo Parker) e attesi ritorni (il duo Enrico Rava – Stefano Bollani), e location suggestive, compreso il “palcoscenico sull’acqua”. “TAM – Tutta un’Altra Musica” completa, a partire dal Faro di Pedaso il 18 luglio, con una proposta, articolata in varie zone del Fermano, di jazz contaminato con le più diverse esperienze musicali etniche del mondo con Ziad Trabelsi, Daniele di Bonaventura, i Fratelli Mancuso. “Quaranta concerti, duecento musicisti, una regione”: questo lo slogan che accompagnerà la lunga estate jazz di Marche Jazz Network, una realtà marchigiana proiettata nel mondo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-06-2010 alle 18:54 sul giornale del 28 giugno 2010 - 789 letture

In questo articolo si parla di concerti, musica, jazz, spettacoli, Marche Jazz Network

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Ag





logoEV