Ascoli: puntatori laser e merce contraffatta, denunciato un cinese

guardia di finanza 1' di lettura 16/06/2010 -

Le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria di Ascoli Piceno, nell’ambito delle attività di prevenzione relative alla sicurezza dei prodotti in commercio su tutto il territorio elpidiense, hanno sequestrato ben 200 articoli non conformi alle normative e con marcature “CE” contraffatte.



A finire nei guai un quarantaquattrenne di nazionalità cinese "K.F.", denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Fermo per i reati di "Introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi".

La Guardia di Finanza ha trovato diversi giocattoli senza il marchio "CE", alcuni puntatori laser e degli "yo-yo" con marcatura “CE” contraffatta. All'interno dei giochi c'era peraltro una sostanza altamente nociva.






Questo è un articolo pubblicato il 16-06-2010 alle 15:18 sul giornale del 17 giugno 2010 - 1185 letture

In questo articolo si parla di attualità, riccardo silvi, guardia di finanza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/t