Macerata: Musicultura, anteprima con i Kila

kila 3' di lettura 14/06/2010 -

Per una notte Macerata diventa la Dublino della festa di San Patrizio. Per una notte, quella di giovedi 17 giugno, quando la musica dei Kila, ospiti di Musicultura, trasformerà come per incantesimo il centro della città, colorando del verde irlandese e impregnando le sue mura e i suoi vicoli dell’atmosfera rarefatta dublinese.



Macerata diventerà “un posto antico, senza tempo”, proprio come la cifra musicale dei Kila, così descritta dal connazionale Bono Vox, incantato dalla musica della band nata dall’incontro di due “sets of brothers”, gli Hogan (Lance, Brian) e gli O’Snodaigh's (Rossa, Colm e Rónán), ai quali si sono aggiunti Eoin Dillon e Dee Armstrong.

I Kila riescono infatti a fondere la tradizionale musica celtica con un affascinante melting pot di suoni. Voci, violini, bodhran, uillean pipes, chitarre acustiche, un set di strumenti impressionante per assemblare raggae e ritmi tribali, jazz e tradizione irlandese.

Sarà un’interminabile notte irlandese, quella che propone Musicultura nell’anteprima di giovedì. Nell’attesa del concerto dei Kila, che si esibiranno dalle 21 in piazza della Libertà, a partire dalle 18 la città si prepara gustando gli aperitivi e gli stuzzichini irlandesi nei caffè all’aperto del centro storico, sbocconcellando i sapori d’Irlanda alla maniera del tipico “Finger Food”, l'ultima tendenza in fatto di cibo, che sta spopolando anche in Italia, dopo aver conquistato Londra e Parigi.

Ai tradizionali suoni celtici i Kila fondono nuove sonorità, così i sapori e gli odori della terra d’Irlanda saranno declinati nel moderno Finger Food proposto dai locali del centro, da Le 4 Porte, per risalire lungo i vicoli seguendo la scia dublinese fino al Pozzo, poi al Bar Maracuja, percorrendo la cinta delle mura fino al Folletto di via Don Minzoni, passando per il Caffè Venanzetti, il Bar Da Pierino, il Bar Romcaffè, il Caffè Centrale, il Faber Cafè e il Bar Mercurio, dove gli stuzzichini al salmone e il dolce pudding accompagneranno l’ottimo doppio malto della birra irlandese e il tradizionale irish whisky.

E dalle 21 la coinvolgente musica dei Kila in piazza della Libertà, con i loro suoni trascinanti, che riescono a fondere in un unico ritmo tradizioni diverse, distanti migliaia di anni e di chilometri, apparentemente inconciliabili. Ma invece perfettamente coerenti e affascinanti. Hanno conquistato i festival di tutto il mondo e saranno una preziosa novità proposta da Musicultura, che li propone in anteprima giovedi e nella prima serata del festival venerdi 18 giugno, accanto ai Negrita,a Gino Paoli e ai primi quattro vincitori della XXI edizione.

I biglietti per le serate finali di Musicultura possono essere acquistati già da ora presso la Biglietteria dei Teatri di Macerata (Piazza Mazzini 10, tel. 0733.230735, boxoffice@sferisterio.it) e le filiali di Macerata della Banca Popolare di Ancona. Tutte le informazioni su www.musicultura.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2010 alle 16:42 sul giornale del 15 giugno 2010 - 798 letture

In questo articolo si parla di macerata, spettacoli, musicultura, musicultura festival





logoEV