Ucchielli: il Ddl sulle intercettazioni è un attacco alla Costituzione

ucchielli 1' di lettura 11/06/2010 -

L’opinione del segretario regionale Palmiro Ucchielli sul provvedimento approvato dal Senato.



“La legge sulle intercettazioni è pericolosa e dannosa per la democrazia in Italia perché non tutela la privacy dei cittadini, difende i criminali e sopprime la libertà di informazione”. E’ questa l’opinione del segretario regionale Pd Marche, Palmiro Ucchielli, di fronte all’approvazione, da parte del Senato, del ddl sulle intercettazioni.

“Questo provvedimento uccide il diritto di essere informati – continua Ucchielli - garantisce l’impunità a chi realizza i reati, nasconde agli italiani i misfatti e l’uso delle pubbliche risorse e limita i mezzi a disposizione degli investigatori per accertare reati e trovare i colpevoli”.

“Penso che questa legge sia un attacco chiaro alla Costituzione e una estrema limitazione alla libertà: d’ora in poi gli editori e i giornalisti dovranno divulgare solo ciò che il governo centrale vuole che si sappia e i magistrati e le forze dell’ordine saranno “imbavagliati”. E’ assurdo. Il Partito Democratico delle Marche non ci sta e sosterrà con forza le manifestazioni, la raccolta di firme e gli scioperi di categoria contro questo provvedimento”


da Palmiro Ucchielli
segretario Pd Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2010 alle 17:50 sul giornale del 12 giugno 2010 - 712 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, palmiro ucchielli, pd, ucchielli, Intercettazioni





logoEV