Fano e Monte Porzio: controlli sul territorio, tre arresti e diverse denunce in stato di libertà

carabinieri di fano 3' di lettura 11/06/2010 -

Nel corso dei servizi di controllo del territorio finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, i Carabinieri della Compagnia di Fano hanno tratto in arresto tre persone e denunciato in stato di libertà altre. Inoltre durante le verifiche sul conto di numerosi pregiudicati dimoranti nella zona i militari hanno recuperato oltre 20 mila euro di refurtiva.



Disposti posti di controllo lungo le principali arterie stradali, in località Pincio di Fano ed in corrispondenza delle stazioni ferroviarie di Fano e Marotta, verificati oltre 230 mezzi ed identificate 270 persone circa grazie a 32 militari suddivisi in 16 pattuglie, i Carabinieri di Marotta hanno tratto in arresto a Fano un 35enne pregiudicato albanese con le accuse di furto aggravato.L’albanese, residente a Mondolfo, nella notte aveva rubato un furgone contenente calzature e ciabatte da mare quando è incappato in uno dei posti di controllo predisposti dal Cap. Cosimo Giovanni Petese, che ha cercato di forzare. Inseguito è stato pertanto bloccato a bordo del furgone, tratto in arresto e rinchiuso nelle camere di sicurezza mentre la refurtiva è stata restituita ad un commerciante di Fano, legittimo proprietario.

Sempre a Fano i militari della stazione locale hanno tratto in arresto un pregiudicato pugliese di 31 anni raggiunto da un provvedimento di carcerazione emesso dal Tribunale di Lecce per concorso in omicidio volontario, detenzione e porto illegale di armi. Il giovane, che deve quindi scontare una pena di 16 anni di reclusione, è stato condotto presso il carcere di Pesaro.

I carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno poi arrestato un 32enne pregiudicato moldavo perché colpito da decreto di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Questore di Pesaro a cui non aveva dato ottemperanza vivendo di espedienti e furti. Il pregiudicato, fermato in atteggiamento sospetto nei pressi di alcune palazzine dove già in passato si erano registrati dei furti, è stato bloccato e tratto in arresto in attesa del processo per direttissima.

Arresti ma anche denunce in stato di libertà nel bilancio dei controlli sul territorio dei Carabinieri di Fano. Due denunce sono state formulate dai militari del Nucleo Radiomobile di Fano a carico di un 33enne, sorpreso alla guida in evidente stato si ebbrezza alcolica, ed a carico di un pregiudicato di 32 anni per guida in stato di ebbrezza derivante questa volta dall'uso di sostanze stupefacenti. In tutti e due i casi le patenti di guida sono state ritirate.

I Carabinieri di Marotta hanno invece recuperato un portafogli, contenente 100 euro in contanti, ed un telefono cellulare Nokia appartenenti ad un 30enne di Fano. La refurtiva recuperata è stata quindi restituita al legittimo proprietario mentre la 21enne, pregiudicata di Bologna che la deteneva, è stata denunciata. Infine a Monte Porzio, i militari della stazione locale, a conclusione di articolate indagini di polizia giudiziaria hanno denunciato in stato di libertà per il reato di truffa aggravata in concorso tra loro due pregiudicati, specializzati nelle truffe su internet, residenti nella provincia di Brescia rispettivamente di 33 e 48 anni.

I due, attraverso un annuncio economico su un sito internet apposito, avrebbero proposto un pacchetto viaggio per Madrid, comprensivo di soggiorno e del biglietto per assistere alla finale di calcio Inter-Bayer Monaco di Champions League al prezzo di 1200 euro. Con artifizi e raggiri, avrebbero poi indotto un impiegato 30enne del luogo a farsi versare su carta Post Pay a loro in uso la somma senza però consegnare la documentazione del pacchetto viaggio pattuito ma, di contro, facendo cancellare l'annuncio da loro inserito. Pertanto i due pregiudicati, la cui posizione potrebbe aggravarsi dalle indagini in corso dei militari di Monte Porzio, rischiano la pena della reclusione fino a tre anni.








Questo è un articolo pubblicato il 11-06-2010 alle 12:47 sul giornale del 12 giugno 2010 - 691 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, carabinieri, monte porzio, Sudani Alice Scarpini, arresti e denunce

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aCwm





logoEV