Coldiretti: un marchigiano su due acquista l'olio che porta in tavola direttamente in campagna

olio 1' di lettura 10/06/2010 -

E' uno dei risultati della prima indagine sui consumi di extravergine da parte dei cittadini e sulle aziende marchigiane dal settore, realizzata dalla professoressa Adele Finco, dell'Università Politecnica delle Marche, in collaborazione con Coldiretti Ancona e Aspea, l'azienda speciale della Camera di Commercio di Ancona.



I dati verranno presentati nel corso di un incontro in programma venerdì 11 giugno nell'aula Magna della Facoltà di Agraria di Ancona. La regione Marche, con 22 mila aziende olivicole circa, rappresenta il 2,8% del totale nazionale, con 2,5 milioni di piante e una produzione di circa quattro milioni di litri di olio all'anno. Ma soprattutto rappresenta uno straordinario serbatoio di biodiversità, grazie al recupero di antiche varietà effettuato negli ultimi anni dagli agricoltori e dal mondo scientifico.

Si inizia alle ore 15 con i saluti di Maurizio Monnati, presidente di Coldiretti Ancona, Rodolfo Santilocchi, preside della Facoltà di Agraria, Evasio Sebastianelli, presidente di Aspea. Quindi la presentazione dei risultati della ricerca, presentati dalla professoressa Adele Finco, e l'intervento di Paolo Petrini, vicepresidente della Regione Marche. Seguirà la tavola rotonda con gli esperti del settore, da Lorenzo Bisogni (dirigente Regione Marche Agricoltura) al professor Natale Giuseppe Frega, fino a Giorgio Tonti, presidente dell'Aprol Ancona, l'associazione dei produttori d'olio della provincia. Modera il giornalista ed esperto olivicolo Antonio Ricci.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-06-2010 alle 19:27 sul giornale del 11 giugno 2010 - 714 letture

In questo articolo si parla di attualità, agricoltura, olio, coldiretti