Coldiretti: quintuplicati gli agricoltori che non riescono a pagare il mutuo

Coldiretti 2' di lettura 08/06/2010 -

Negli ultimi due anni la percentuale degli agricoltori che non riesce a far fronte alle rate del mutuo è quintuplicato, a causa del crollo dei prezzi pagati in campagna che, solo per il grano, ha portato dal 2008 ad oggi a “bruciare” ben 228 milioni di euro.



E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti Marche su dati elaborati dal Confidicoop Marche, il Consorzio fidi per le piccole e medie imprese con sede ad Ancona. Se fino al 2007 la percentuale di imprenditori agricoli che non riusciva a pagare il mutuo era pressoché vicina allo zero, oggi è salita a quasi il 5 per cento delle imprese che hanno effettuato investimenti e che sono indietro di almeno cinque rate o addirittura non hanno più la possibilità di farvi fronte. “Una situazione – spiega Alberto Bertinelli, direttore di Coldiretti Marche -, dovuta innanzitutto al crollo dei prezzi all’origine. Nel 2008 il grano veniva pagato 0,52 euro al chilo, mentre oggi il prezzo è sceso a 0,13 euro, quasi un quarto rispetto a prima”.

Il crollo delle quotazioni, dovuto principalmente a speculazioni lungo la filiera, ha così determinato un danno da 228 milioni di euro, sottratti alla società marchigiana senza che i consumatori ne traessero beneficio. Basta guardare, sottolinea Coldiretti, il prezzo della pasta e del pane che nell’arco degli stessi due anni sono aumentati rispettivamente del 25 per cento e del 10 per cento. Tale stato di cose, oltre a impoverire le famiglie, ha spinto molte aziende a chiudere i battenti o a non seminare il grano, visto che il prezzo corrisposto non avrebbe coperto i costi di produzione, oggi balzati a 0,30 euro al chilo.

Per ridare speranza alle aziende, è stato lanciato assieme a tutti i Consorzi Agrari e a quaranta stoccatori un progetto per dare vita a una Filiera marchigiana del grano duro di qualità, all’interno del bando per le Macrofiliere predisposto dalla Regione Marche. A poche settimane dal lancio hanno già aderito duemila di aziende, per un totale di 1,7 milioni di quintali di grano, un quarto del totale prodotto nelle Marche. Il progetto si inserisce nella costruzione della filiera agricola tutta italiana promosso da Coldiretti con il coinvolgimento dei consorzi agrari.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2010 alle 18:25 sul giornale del 09 giugno 2010 - 651 letture

In questo articolo si parla di attualità, agricoltura, coldiretti, agricoltori





logoEV