Treia: ciak si gira, location del cortometraggio in pellicola 'Una seconda occasione'

Una seconda occasione 2' di lettura 04/06/2010 -

Si accendono i riflettori su Treia. Dall’alba di giovedì al tramonto di domenica la splendida cittadina delle Marche è la location del cortometraggio in pellicola Una seconda occasione, interpretato da Gaetano Aronica, scritto da Valentina Capecci per la regia di Alexis Sweet.



Si spengono i motori e si accendono le emozioni a Treia per la sua prima occasione cinematografica, che ha visto l’arrivo di parecchi volti noti. In primis Gaetano Aronica, famoso per aver interpretato Borsellino nella fiction Il capo dei Capi, e l’italo – inglese Alexis Sweet, regista delle fortunate serie Ris, Intelligence, Il capo dei capi.

“E’ stato amore a prima vista sia per il copione che per Treia, una cittadina dai magnifici scorci e dal borgo antico ancora intatto” Queste le parole di Alexis, il “burbero tenero” come lo ha definito Valentina Capecci, direttrice della Libera Accademia Cinematografica di Macerata, nonché autrice della sceneggiatura.

“Quello che mi ha colpito è stata anche la disponibilità e collaborazione da parte delle persone, non capita mai che un intero paese si fermi per le riprese di un film. Possiamo dire che tutti i treiesi hanno contribuito alla sua realizzazione” – continua il regista.

La sceneggiatura è stata scritta da Valentina Capecci ma è frutto di tutta la Libera Accademia Cinematografica di Giovanni Fiorani, protagonista del film. L’ampio respiro regionale dell’opera è offerto non solo da lui ma anche da Letizia Felicioni, scenografa treiese, Barbara Salvucci, Mario Cordoba voce di Richard Gere. Il tutto impreziosito dalla presenza dell’attore tanto caro a Tornatore Gaetano Aronica.

“ Non immaginavo che le Marche fossero così belle” – ha commentato l'attore protagonista - in conferenza stampa, alla quale hanno partecipato anche il responsabile Marche film Commission Anna Olivucci, il vicesindaco di Treia Corrado Speranza, l’assessore alla cultura Tullio Patassini e il consigliere comunale Andrea Mozzoni.

“Crediamo molto nelle potenzialità di quest’opera – ha dichiarato Patassini – in primis per la sua natura prevalentemente marchigiana e per le indubbie capacità di tutti i suoi interpreti. L’essere stati scelti da Alexis fa coltivare una concreta speranza che questa esperienza sia un proficuo inizio a ulteriori iniziative nel settore cinematografico e audiovisivo”. Molteplici sono stati gli sforzi dell’amministrazione comunale di Treia nella realizzazione del progetto, in parte autoprodotto. Dallo sviluppo del casting (80 i provini di cui 2 Treia, alla fine dei quali sono stati scelti come protagonisti un bambino di Civitanova e uno di San Severino) alla pianificazione delle location. Hanno contribuito anche la Provincia di Macerata, le comunità montane, e Paoloni abbigliamento per i costumi.








Questo è un articolo pubblicato il 04-06-2010 alle 17:36 sul giornale del 05 giugno 2010 - 1292 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, treia, giorgia giannetti, cortometraggio in pellicola





logoEV