Confesercenti: Turismo, quando l'Ente Bilaterale salva impresa e lavoratore

confesercenti 2' di lettura 01/06/2010 -

Se si arriva a proporre il posticipo dell’apertura delle scuole, pur di favorire il turismo, significa che questo settore è strategico per l’economia italiana.



E lo è certamente per l’economia marchigiana, come, nel recente convegno promosso a Senigallia da Confesercenti Marche, ha sottolineato Claudio Di Pietro, presidente Ente Bilaterale Territoriale delle Marche e segretario regionale Filmcams CGIL: “Il turismo, pur caratterizzato da una stagionalità molto forte, coinvolge migliaia di lavoratori e di imprese e per l’economia regionale è una grande opportunità di impiego, di reddito e di sviluppo. La sua importanza è ancor più rilevante oggi, per fronteggiare la crisi, da cui non siamo ancora usciti. Dobbiamo farci trovare preparati, sapendo che il flusso turistico si riverserà in Grecia per i bassi costi che lì avranno”.

In questo quadro non facile, la novità più forte del comparto l’ha illustrata Elvira Massimiano, responsabile nazionale politiche del Lavoro di Confesercenti: si tratta del nuovo contratto di lavoro. Ci sono importanti cambiamenti sulle figure professionali, sul lavoro extra e di surroga, sull’apprendistato, ma soprattutto si delega tutta una serie di provvedimenti alla contrattazione territoriale e dunque le relazioni sindacali a livello regionale diventano fondamentali.

E qui Ilva Sartini, direttore di Confesercenti Marche, ha ricordato come solo Confesercenti abbia firmato, lo scorso anno, il contratto integrativo regionale, ed ha poi aggiunto una considerazione sui vantaggi che hanno le imprese ad aderire agli Enti: “Con la crisi –spiega Sartini- hanno usufruito degli amortizzatori sociali anche le piccole imprese. Il nuovo contratto prevede che il 30% del bilancio degli Enti Bilaterali finanzi gli amorizzatori, ma quelle aziende che non aderiranno agli Enti, dovranno pagarsi da sole la cassa integrazione. Ora siamo troppo piccoli per adempiere anche a questa funzione con risorse adeguate: l’adesione di tante altre imprese all’Ente ci permetterà di destinare al reddito dei lavoratori un concreto sostegno”. Ente Bilaterale, quindi, non solo come erogatore di prestazioni interessanti per ditte e dipendenti, ma anche come importante strumento anti-crisi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-06-2010 alle 16:41 sul giornale del 03 giugno 2010 - 713 letture

In questo articolo si parla di attualità, turismo, confesercenti, Confesercenti Pesaro





logoEV