Commercio: finanziati interventi per il rilancio del settore

centro commerciale 2' di lettura 02/02/2010 - Ulteriori interventi per rilanciare il commercio delle Marche: la Giunta regionale ha infatti deliberato un finanziamento di 3 milioni e 800 mila euro circa destinato a nuovi progetti per valorizzare e riqualificare il settore.

Soddisfazione da parte dell’assessorato al Commercio per l’adozione di un provvedimento che, in una fase di grandi difficoltà segnata da un forte calo dei consumi, favorisce lo sviluppo del comparto incentivando le imprese. Beneficiari, secondo le modalità di suddivisione del Fondo Unico 2010, i progetti di riqualificazione e valorizzazione delle imprese commerciali, i Centri Commerciali naturali e i consorzi fidi e cooperative di garanzia tra operatori commerciali.


Le misure riguardano anche i progetti per la riqualificazione e valorizzazione delle imprese commerciali nei comuni sotto i 5 mila abitanti; il commercio equo e solidale; l’abbattimento delle barriere architettoniche; il fondo per la prevenzione della criminalità; i progetti innovativi e la promozione del settore fieristico regionale. Per quanto concerne i programmi di riqualificazione e valorizzazione delle imprese commerciali, sono beneficiari le piccole imprese, singole o associate, del commercio al dettaglio e della somministrazione di alimenti e bevande. I contributi sono concessi per interventi su locali adibiti o da adibire ad attività commerciali e al deposito merci, la costruzione, l’acquisto locali, la ristrutturazione, l’ampliamento e l’acquisto di attrezzature. I progetti per il rilancio dei Centri commerciali naturali prevedono la partecipazione finanziaria delle Pmi e dei Comuni per la rivitalizzazione dei centri storici. Sono finalizzati a rimuovere le condizioni di svantaggio delle imprese che vi operano rispetto alla grande distribuzione organizzata.


Il “testo unico sul commercio” elenca poi gli interventi finanziabili per il settore prevedendo la concessione di contributi per la realizzazione di progetti di carattere innovativo, tra questi: la realizzazione dell’assistenza tecnica, della progettazione, dell’innovazione tecnologica ed organizzativa; la promozione delle produzioni tipiche, di qualità e di eccellenza delle Marche; la promozione e la diffusione nelle imprese di metodologie per l’adeguamento della qualità aziendale complessiva agli standard richiesti dalla normativa statale e comunitaria; la realizzazione di progetti aziendali per l’attuazione di sistemi di qualità per la fornitura e la realizzazione di servizi e prodotti, in conformità alla normativa nazionale e comunitaria; la certificazione di sistemi di qualità per imprese del commercio e dei servizi; le misure per lo sviluppo del commercio elettronico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2010 alle 14:03 sul giornale del 03 febbraio 2010 - 1155 letture

In questo articolo si parla di regione marche, economia, centro commerciale