Dieci marchigiani a Venezia per il laboratorio Venezia Cinema 2009

venezia festival 3' di lettura 01/09/2009 - Fra i presenti, i responsabili regionali del Circuito CGS-ACEC “Sentieri di Cinema”.

Si apprestano alla partenza i marchigiani che quest’anno parteciperanno alla 66° edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia come responsabili e fruitori del Laboratorio Venezia Cinema 2009, promosso dall’Associazione Nazionale CGS (Cinecircoli Giovanili Socioculturali).



Ogni anno, in occasione, della kermesse cinematografica lagunare, l’Associazione CGS, promuove la partecipazione dei propri Soci alla manifestazione, organizzando, nel contempo, una proposta formativa laboratoriale dedicata specificatamente ai più giovani che si avvicinano, da operatori culturali volontari, alla comunicazione e al linguaggio mediale.



In questo senso, la partecipazione alla Mostra diventa non solo una occasione per analizzare da un punto di vista privilegiato la nuova produzione cinematografica mondiale, ma anche una irrinunciabile occasione di confronto con altri operatori culturali dell’Associazione attivi sul territorio nazionale. Sin dalla sua prima edizione, a metà degli anni ’80, la sezione regionale Marche del CGS ha sempre risposto in maniera entusiastica all’iniziativa e, quest’anno, i partecipanti all’evento saranno 10, così distribuiti per provenienza: da ANCONA: Alberto Piastrellini, Fabio Sandroni (vice Presidente Mediateca delle Marche), Nadia Ciambrignoni, Simone Ghergo; da OSIMO: Fatima Alessandroni; da MACERATA: Cesare Orfini, Simone Giacovelli; da CUPRAMARITTIMA: Caterina Di Girolami, Armano Fanelli; da ASCOLI PICENO: Luca Celani. Tra l’altro si segnala che, tutto il gruppo CGS a Venezia, da 13 anni costituisce la Giuria del Premio Lanterna Magica che i CGS, in collaborazione con il Comitato Nazionale per la Cinematografia dei Ragazzi, assegnano alla pellicola che “maggiormente stimola la fantasia nei più giovani” (lo scorso anno il Premio è andato a PA-RA-DA).



Per tutti, i partecipanti, sia quelli che si avvicinano al Festival per la prima volta, sia quelli che lo frequentano da lungo tempo (per qualcuno si tratta di 16 anni), l’occasione della Mostra si concretizzerà nella possibilità di verificare personalmente lo stato dell’arte della cinematografia mondiale contemporanea e ipotizzare già dalle Sale lagunari eventuali “percorsi”, rassegne, cineforum da attivare nel corso della stagione autunnale ed invernale. A questo proposito si ricorda che, proprio a partire dall’esperienza di partecipazione al Laboratorio Venezia Cinema, nel 1988, in Ancona è nata la rassegna: Frammenti dalla Biennale (successivamente ampliata a livello regionale), proprio con lo scopo di far ricadere sul territorio un po’ dell’esperienza e delle emozioni raccolte durante il più “antico” festival cinematografico del mondo. Durante tutti i dieci giorni della Mostra, sul sito www.sentieridicinema.it saranno pubblicati giornalmente (orari e tempi della Mostra, permettendo), commenti, recensioni e divagazioni sul “diario veneziano” Fuori dal Coro 2009, a cura del Presidente del CGS Marche, Alberto Piastrellini.



Le attività dei Cinecircoli marchigiani continueranno dalla chiusura del Festival come da calendario consultabile sul sito di cui sopra. Per quanto riguarda il capoluogo marchigiano, il primo appuntamento con il Cinema di qualità, sarà a partire dalla prima settimana di Ottobre con la rassegna Cantiere Cinema 2009.


da Alberto Piastrellini
Presidente CGS Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-09-2009 alle 18:33 sul giornale del 01 settembre 2009 - 867 letture

In questo articolo si parla di attualità, venezia festival, Alberto Piastrellini