Civitanova: metteva a segno truffe con carte di credito clonate, arrestato un rumeno

carabinieri 24/06/2009 - Si \"divertiva\" a clonare le carte di credito e truffare così le ignare vittime. Dopo un anno di indagini in manette è finito un rumeno che \"operava\" in tutto il centro e nord Italia.

I carabinieri della compagnia di Civitanova, diretti dal capitano Candelli, in un perfetto lavoro di squadra svolto con le Stazioni di Montelupone, Porto Potenza Picena, Porto Recanati e Civitanova Marche, dopo circa un anno di indagini, hanno arrestato un rumeno accusato di essere l\'autore di una serie di truffe mediante carte di credito e bancomat “clonati” in numerose località del centro nord Italia tra cui Montelupone, Parma, Bologna e Isernia.


L’autorità giudiziaria maceratese, concordando le tesi investigative dei militari, aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di Mirian Chiochiu che si era nel frattempo reso “irreperibile”.

Lunedì sera, dopo essere stato notato da un paio di carabinieri che, liberi dal servizio, erano nel centro città, il rumeno è stato fermato dal radiomobile proprio a Civitanova e tratto in arresto. Individuati documenti di identità falsi, sono state sequestrate 4 carte di credito clonate ma anche un modesto quantitativo di hascisch e una mazza da baseball.





Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2009 alle 12:21 sul giornale del 24 giugno 2009 - 864 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, carabinieri, civitanova