Stabiliti i criteri per l\'assegnazione del fondo sociale da 10 milioni di euro

somma di denaro 1' di lettura 27/01/2009 - La proposta operativa per la destinazione di 10 milioni di euro alle famiglie marchigiane in difficoltà a causa della crisi economica internazionale in atto è ormai definita.

Ieri mattina il presidente della Regione Gian Mario Spacca con gli assessori al bilancio Pietro Marcolini, al lavoro Fabio Badiali, alla formazione Stefania Benatti, alla sanità Almerino Mezzolani e ai servizi sociali Marco Amagliani ha incontrato i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil per definire i criteri generali per l’assegnazione dei 5 milioni di euro del Fondo di solidarietà sociale previsti dal bilancio e di altri 5 milioni reperiti dal Fas (Fondo aree sottoutilizzate).


Quattro le misure concordate: 1) 3 milioni per attivare contratti di solidarietà per garantire la sicurezza del posto di lavoro attraverso la riduzione incentivata dell’orario. 2) 2 milioni per il sostegno tramite contributo alle famiglie con lavoratori licenziati, in mobilità e in cassa integrazione e reddito Isee ( Indicatore di Situazione Economica Equivalente) 3) 3,5 milioni di euro per famiglie con disabile e caduta di reddito dovuta alla situazione economica in atto. Il reddito verrà calcolato sempre in base all’indice Isee 4) 1,5 milioni di euro ai Comuni per le politiche sociali con priorità ai minori non accompagnati, alla non autosufficienza e all’assistenza domiciliare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 27 gennaio 2009 - 889 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, somma di denaro





logoEV