Senigallia: omicidio Lorenzetti, i figli si costituiscono parte civile

francesca lorenzetti 1' di lettura 12/08/2008 - Si costituiranno parte civile i tre figli e il compagno di Francesca Lorenzetti, la donna di 53 anni, uccisa accoltellata dall\'ex marito Renzo Mandolini lo scorso 17 luglio.

Il compagno Lucio Mazzaferri e i figli Lucia, Serena e Lorenzo, avuti proprio dall\'assassino della vice direttrice dell\'ufficio postale di via delle Viole di Senigallia, sono assistiti dall\'avvocato anconetano Marina Magistrelli che ieri ha depositato una memoria presso l\'ufficio del pm Paolo Gubinelli riferendo dei fatti inerenti la famiglia e dei rapporti con il padre e della vittima con l\'ex marito.

All\'origine del raptus omicida, come sostenuto dallo stesso Mandolini, noto fisioterapista senigalliese, ci sarebbero stati contenziosi economici legati alla separazione. Una versione contestata però dai familiari della Lorenzetti.


Nei giorni scorsi lo stesso Mandolini si è visto rigettare l\'istanza per la concessione degli arresti domiciliari mentre il pm ha disposto una consulenza psichiatrica sull\'omicida che sarà affidata al dottor Pierluigi Andreoni. Il gip Francesca Grassi ancora prima aveva respinto l\'istanza di premeditazione avanzata dallo stesso pm spiegando che non è sufficiente un coltello in tasca per dimostrare che il delitto sia stato organizzato a tavolino.





Questo è un articolo pubblicato il 12-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 agosto 2008 - 1252 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, omicidio, francesca lorenzetti





logoEV