Osimo: rubata statua antica dall\'atrio del Palazzo Comunale

2' di lettura 02/07/2008 - L\'opera, di valore archeologico e di pregiata fattura, risale all\'epoca romana e fa parte dell\'insieme di reperti conosciuti come \"lapidario\" comunale: si tratta di una statuina di Afrodite in marmo, alta circa 67 cm. e posizionata nell\'atrio comunale.

Si è constatato lunedì 30 mattina il furto di una statuina di Afrodite in marmo, alta circa 67 cm. e posizionata nell\'atrio comunale vicino al nuovo ingresso aperto sotto il loggiato comunale di via San Francesco.


L\'opera, di valore archeologico e di pregiata fattura, risale all\'epoca romana e fa parte dell\'insieme di reperti conosciuti come \"lapidario\" comunale.


L\'Amministrazione Comunale, di concerto con i funzionari della Soprintendenza Archeologica delle Marche, ha immediatamente contattato i Carabinieri del Nucleo di Tutela Patrimonio Culturale di Ancona, oltre alla Compagnia Carabinieri di Osimo nella persona del Comandante della Stazione Maresciallo D\'Ignazio, per avviare le procedure del caso.


Chiunque ritenga di avere informazioni utili allo svolgimento delle indagini può contattare direttamente l\'Ufficio Legale del Comune di Osimo (Tel.n. 071/7249276) ovvero il Comando Carabinieri (Tel.n. 112 o 071/7138300).


L\'Assessore alla Cultura Geom. Stefano Simoncini nel commentare l\'accaduto vuole precisare quanto segue:


\"Il pezzo è, di fatto, impossibile da commercializzare poichè schedato e tutelato dal diritto internazionale.

Laddove venisse rinvenuto ne deve essere disposta la restituzione immediata al legittimo proprietario: il Comune di Osimo.

Se fosse un gesto non a scopo di lucro ma per godersene personalmente colui che detiene il pezzo oltre a incorrere in pesanti incriminazioni deve comunque, se scoperto, restituirlo.

Si consiglia quindi la restituzione anche in incognito o in forma anonima e il gesto, per quanto deprecabile, sarà considerato alla stregua di un atto vandalico, anche alla luce del fatto che sono in corso degli accertamenti tecnici da parte dei carabinieri volti ad identificare l\'autore, ancora ignoto, dell\'inqualificabile gesto.\"








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 02 luglio 2008 - 1813 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, Comune di Osimo





logoEV