Macerata: torna il microfestival \'Danzando per le Marche\'

danza 3' di lettura 07/06/2008 - Sabato 7 giugno torna, per il quinto anno consecutivo, l\'atteso \"microfestival\" (\'micro\' perché è una giornata intera ad ospitarne lo svolgimento) Danzando per le Marche promosso dall\'Amat in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Marche, Civitanova Danza e i Comuni di Corridonia e Macerata.

L’appuntamento – che nelle scorse edizioni ha riscosso un grande consenso di pubblico – si pone come momento di focalizzazione su alcune delle esperienze più significative della danza contemporanea in Italia. Il ‘microfestival’ ospita, attraverso i teatri di Civitanova Marche, Corridonia e Macerata (chiamati a collaborare in una sorta di ‘staffetta’ che partirà dal pomeriggio), i lavori di quattro compagnie rappresentative di modi di concepire e fare danza assolutamente eterogenei. L’invito – rivolto a pubblico e critica – è di scoprire – con un pullman a loro disposizione che li accompagnerà nei luoghi di spettacolo – ciò che sta maturando nel nostro paese e che spesso fatica a farsi conoscere per la mancanza di spazi adeguati.



Prima tappa di questa “giornata danzante” è al TeatroCecchetti di Civitanova Marche (ore 16.00) con Glenda Giacco in Andata e Ritorno, un assolo con musica dal vivo che nasce dall’esigenza di condividere con il pubblico una serie di emozioni, considerazioni, ricordi e sogni legati impercettibilmente ma con profondità alla tematica dell’amore.


Dopo Civitanova Marche il “pullman della danza” fa sosta al Teatro Velluti di Corridonia dove alle ore 17.30 sarà in scena la Compagnia Junior del Balletto di Toscana con Stili con stile. Sei coreografie d’autore (Notturno e Suite da Sonata in La Minore di Fabrizio Monteverde, 3D di Mauro Bigonzetti, Passo a due da La Tearra del Rimorso e Pariamm’ di Arianna Benedetti, Dust di Eugenio Scigliano); sei occasioni d’incontro con giovani danzatori di promettente talento per uno spettacolo con protagonisti ballerini e ballerine che esprimono un alto livello di virtuosismo in un meraviglioso connubio tra leggerezza e potenza muscolare.

Alle ore 21,00 Danzando per le Marche fa tappa al Teatro Lauro Rossi di Macerata con Tregua di Virgilio Sieni. Artista di punta della scena italiana, Sieni con il suo nuovo spettacolo presenta un lavoro inedito, profondo ed intenso, sul quale ha lavorato a lungo con la sua compagnia. Tregua riflette su quelle terre attraversate dal senso del dolore e della paura, da uomini che hanno generato quel contesto e da altri che lo subiscono. Il risultato è una coreografia fluida, che restituisce la sofferenza in maniera poetica. La prima parte è un assolo di Sieni, accompagnato dalle note del contrabbassista Stefano Scodanibbio, musicista di fama internazionale; nella seconda un trio di donne esprime il coraggio dell’universo femminile.


La conclusione di questo excursus nella danza italiana è affidata – alle ore 23.15 al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche – al Gruppo Nanou - vincitore del concorso e del premio speciale GD’A. Giovani Danz’Autori ‘04/’05 - con Namoro. Il termine che dà il titolo allo spettacolo in lingua portoghese indica l’innamoramento. Namoro mostra l’inafferrabile, il sentimento puro e assoluto che fa sentire forte il colpo in quell’alternarsi di sospensione e caduta che è propria di due anime che si cercano.


Agli spettatori vengono proposte due modalità per seguire la manifestazione: un abbonamento ai 3 spettacoli + bus navetta a euro 16, mentre per i singoli spettacoli è previsto un prezzo d’ingresso di euro 8 (per Andata e ritorno euro 4).
Info: Amat tel. 071 2072439, www.amat.marche.it.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 07 giugno 2008 - 876 letture

In questo articolo si parla di teatro, danza, spettacoli





logoEV