Ancona: Psicologia delle dipendenze patologiche, un libro di Marcucci e Boscaro

2' di lettura 30/11/-0001 -
Sarà presentato venerdì 14 dicembre alle ore 18.00, presso la sala convegni dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Ancona (all’ultimo piano di Palazzo Camerata, in via Fanti n°9 in Ancona), il volume edito dalla Mediateca delle Marche “Psicologia delle dipendenze Patologiche” di Moreno Marcucci e Michela Boscaro del Centro Studi e Ricerche di Psichiatria, Psicologia e Psicoterapia “Nostos”.

dalla Mediateca delle Marche


Il volume sarà presentato dal prof. Alfredo Canevaro, psichiatra e psicoterapeuta, docente della Scuola di Psicoterapia della famiglia Mara Selvini Palazzoni di Milano, membro della American Family Therapy Academy e Società Italiana di Psicologia e Psicoterapia Razionale. Alla presentazione parteciperanno, oltre agli autori, l’Assessore alla Cultura del Comune di Ancona, dott. Pierluigi Fontana, il Presidente della Mediateca delle Marche, prof. Stefano Schiavoni, ed il direttore del MUSINF di Senigallia, direttore e responsabile della rivista “Nostos”, prof. Carlo Emanuele Bugatti. L’incontro è aperto alla cittadinanza ed a chiunque volesse partecipare.

Lo scopo principale di questo volume si fonda su un’attenta analisi e comprensione dei molteplici fattori e processi implicati nei comportamenti, sia giovanili che adulti, cosiddetti “a rischio” di dipendenze patologiche quali: tossicodipendenza, disturbo alimentare psicogeno. Questo lavoro, che privilegia un’ottica relazionale sistemica, intende fornire, ad operatori che vengono a contatto con il vasto mondo delle dipendenze, una conoscenza approfondita di tale fenomeno e le premesse necessarie a qualsiasi intervento operativo. Gli autori intendono delineare un percorso approfondito della costruzione ed organizzazione del Sé e della personalità dell’individuo dipendente, attraverso lo studio delle relazioni familiari e degli stili di accudimento genitoriali, poiché vedono la dipendenza e la difficoltà che ne deriva nel processo d’individuazione e di costruzione di un’identità adeguata, come una sofferenza che si trasmette attraverso i legami familiari intergenerazionali. Una sofferenza non elaborata dalle generazioni precedenti viene ri-evocata attraverso i processi emotivo-affettivi presenti nelle modalità di comunicazione e di relazione fra i con-ponenti familiari limitando così di apprendere dall’esperienza e la capacità di sviluppare un’adeguata autonomia emotiva personale.

Moreno Marcucci Medico Psichiatra, Psicoterapeuta familiare, Mediatore Familiare è Professore a Contratto di Psicologia delle Dipendenze nel Corso di Laurea in Psicologia, presso l’Università degli Studi di Urbino. Direttore del Centro Studi NOSTOS s.r.l. e della Rivista NOSTOS è Socio Ordinario dell’Associazione Internazionale Mediatori Sistemici (AIMS). Supervisore presso Comunità di Doppia Diagnosi e Comunità Terapeutiche per tossicodipendenti.

Michela Boscaro Psicologa, collabora con la Cattedra di Psicologia delle Dipendenze dell’Università degli Studi di Urbino, si occupa di ricerca nel campo dell’organizzazione familiare dei Disturbi del Comportamento Alimentare Socio Fondatore del Centro Studi NOSTOS s.r.l. e Socia in formazione dell’Associazione Internazionale Mediatori Sistemici (AIMS).





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 dicembre 2007 - 1812 letture

In questo articolo si parla di mediateca delle marche





logoEV