Cocaina nel fermano, avviso di garanzia per il comico di Zelig Cacioppo

1' di lettura 30/11/-0001 -
Il noto comico italiano, ospite di trasmissioni come Zelig e Colorado Cafè è stato raggiunto da un avviso di garanzia notificatogli dalla procura di Fermo mentre si trovava nelle Marche per alcune serate di cabaret.



Un provvedimento che si inserisce all’interno di una vasta operazione anti-droga. Il cabarettista, di origini siciliane ma residente a Bologna, si trovava nelle Marche la settimana scorsa per uno spettacolo nel fermano.

Secondo le indagini degli inquirenti, Cacioppo, che si è dichiarato completamente estraneo e intenzionato a far luce sull vicenda, sembrerebbe coinvolto in un giro di droga assieme a molti “volti noti” di Fermo e Porto San Giorgio. L’inchiesta infatti riguarderebbe decine di persone fra cui anche delle ragazze minorenni.

Una delle accuse rivolte al comico siciliano sarebbe proprio quella di aver ceduto cocaina a delle minorenni. L’inchiesta ruoterebbe in particolare attorno ad una serata trascorsa in un locale e poi a Grottammare, in casa di un amico di Cacioppo. Il Comico comunque ha smentito fin da subito tutte le accuse sottolineando di voler al più presto far luce sull’accaduto.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 dicembre 2007 - 1387 letture

In questo articolo si parla di riccardo silvi, redazione





logoEV