Ancona: la provincia a Firenze per la soppressione degli Ato

1' di lettura 30/11/-0001 -
La Provincia di Ancona per la soppressione degli ATO e l’attribuzione alle Province delle funzioni di governo del ciclo delle acque e dei rifiuti.

dalla Provincia di Ancona
www.provincia.ancona.it


“Si tratta di una proposta che – dichiara la presidente Patrizia Casagrande, dall’Assamblea nazionale di Firenze - vuole garantire razionalizzazione ed efficacia nel settore dei servizi pubblici essenziali. Per questo è mia intenzione portarla alla discussione sia della Giunta, sia del Consiglio provinciale, perché possano farla propria e aggiungere anche il loro sostegno” .

La presidente della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande, il presidente del consiglio provinciale Luciano Antonietti e i componenti della delegazione consiliare presenti all’Assemblea nazionale delle Province d’Italia – Franco Balducci (RE), rappresentante designato nell’Assemblea nazionale, Renzo Amagliani (RC), Leonardo Animali (L’Ulivo), Massimo Bello (AN), Carlo Canneta (UDC) e Paolo Lovascio (FI) – hanno partecipato alla discussione e all’approvazione di un ordine del giorno di condivisione e sostegno agli emendamenti alla Finanziaria 2008, che propongono la soppressione degli Ambiti Territoriali Ottimali (ATO) e vogliono ricondurre alle Province le funzioni di governo del ciclo delle acque e dei rifiuti.

Queste proposte, infatti, favoriscono sia il riconoscimento della funzione di programmazione e governo di area vasta che le Province esercitano nel loro territorio, sia un’auspicata razionalizzazione degli organi di governo di settore, che garantisca comunque l’efficacia e l’efficienza del servizio per i cittadini.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 ottobre 2007 - 1163 letture

In questo articolo si parla di provincia di ancona





logoEV