Macerata: approvato il piano triennale di edilizia scolastica

3' di lettura 30/11/-0001 -
Il Consiglio provinciale di Macerata ha approvato il Piano triennale 2007-2009 di edilizia scolastica. Esso è stato predisposto dall’assessorato sulla base del finanziamento statale e regionale assegnato alla Provincia secondo la normativa prevista dalle legge 23 “Masini” e che per il triennio ammonta ad oltre 2 milioni e mezzo di euro, di cui 500 mila circa per l’anno in corso ed un milione per ciascuna delle due prossime annualità

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it


Ogni intervento, come ha spiegato in Consiglio l’assessore provinciale Clara Maccari richiede il finanziamento di un terzo della spesa totale prevista da parte dell’ente locale (Provincia o Comune) proprietario o assegnatario dell’immobile scolastico.

In base ai criteri normativi è stata stilata una graduatoria di interventi strutturali su edifici esistenti risultati ammissibili al finanziamento che, nei limiti della disponibilità finanziaria comprende: per il primo anno l’Itis di Recanati, l’Ipia e i Licei “Filelfo” di Tolentino, la scuola media “Mestica” di Apiro, la scuola elementare di Villa Strada di Cingoli e la scuola media “Ugo Betti” di Pievebovigliana. Per il 2008 sono entrati nelle graduatoria dei finanziamenti l’Itis di San Severino, l’Ipia di Sarnano, la scuola elementare “Betti” di Pievebovigliana”, la scuola primaria ”Pascoli” di Monte San Martino, la scuola elementare “Seri” di Mogliano, la scuola materna “Rangoni” di Appignano. Per il 2009 sono finanziati interventi per l’Istituto professionale alberghiero di Cingoli, l’Itc di Tolentino, la scuola per l’infanzia di Appignano, la scuola media “Santini” di Loro Piceno e la scuola elementare “Matteotti” di Montefano.

Il piano triennale è stato approvato con 18 voti favorevoli (la maggioranza di centro sinistra ed il gruppo Udc), nessun contrario, 5 astenuti (An e Forza Italia). Successivamente il Consiglio provinciale ha approvato - 20 favorevoli (maggioranza di centro sinistra, Udc e An), nessun contrario, 4 astenuti (Fi) – un programma di interventi integrativi e di completamento del Piano provinciale per la formazione professionale e le politiche del lavoro. Come ha spiegato l’assessore Carla Monachesi, si è trattato di destinare una nuova assegnazione di fondi regionali per 670 mila euro ad iniziativa di sostegno della formazione e dell’occupazione femminile ed in particolare per “sostenere la conciliazione per le donne tra il tempo di vita familiare ed il tempo di lavoro” (voucher per rimborsare spese di assistenza ai figli minori o conviventi disabili, attivazione di nuovi servizi di intrattenimento per bambini, quali ludoteche e baby parking aziendali, incentivi per favorire la flessibilità degli orari di lavoro).

Nella stessa seduta consiliare si è svolta l’illustrazione dell’interrogazione del consigliere Antonio Pettinari in materia di rifiuti alla quale ha risposto il presidente Silenzi ed è stata approvata (13 favorevoli, 5 contrari, 4 astenuti) una mozione presentata dal consigliere Giorgio Giorgi (Udc), emendata dal consigliere Mauro Riccioni (Pdci) con la quale si chiede una modifica dei programmi dei servizi delle Guardie giurate volontarie e l’immissione delle fauna ittica nei corsi d’acqua anche nei mesi di ottobre e dicembre di ciascun anno.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 ottobre 2007 - 1100 letture

In questo articolo si parla di edilizia, provincia di macerata





logoEV