Jesi: 14enne rapita dalla Serbia, costretta a sposare un rom e violentata

1' di lettura 30/11/-0001 -
Sequestrata dalla sua casa, portata in Italia, costretta a sposare un rom e poi violentata.

di Giulia Mancinelli
redazione@viverejesi.it


E' il dramma subito da una quattordicenne rapita dalla Serbia e portata in Italia, a Jesi, ad opera di un ragazzino rom, all'epoca dei fatti 16enne, del Kosovo.

Il ragazzo, che oggi ha 17 anni, è ora indagato per sequestro di persona, violenza sessuale e lesioni. La giovane vittima e' la sua "sposa", una coetanea di 14 anni che il rom ha rapito dalla Serbia con l'aiuto della sua famiglia.

Secondo la denuncia, la vittima sarebbe stata costretta a sposare il ragazzo con rito rom e portata in Italia. A Jesi, la ragazzina avrebbe subito violenza sessuale e sarebbe rimasta segregata in casa.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 ottobre 2007 - 1064 letture

In questo articolo si parla di redazione