Amandola: seconda e ultima giornata del Festival Ars Amando

3' di lettura 30/11/-0001 -
Sabato 8 settembre, seconda e ultima giornata di Ars Amando 07 festival delle arti sceniche di Amandola promosso da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche, Provincia di Ascoli Piceno, Comune di Amandola, Amat, Comunità Montana dei Sibillini e Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno , si apre alle ore 12 (piazza Umberto I) con uno spettacolo di teatro ragazzi.

dall' Amat


Officina Dinamo Teatro presenta Pulcinella dottore per amore, uno spettacolo classico di burattini, curato da Roberto Negri, dalla trama essenziale che si ricollega al genere della Commedia dell’Arte. I temi fondamentali sono l’amore contro l’interesse, l’ingegno contro la forza, la fantasia contro il potere.

Alle ore 18 l’appuntamento è con la danza. Il Teatro La Fenice vedrà in scena L’incontro , un’intenso passo a due, interpretato da Laura Scudella e Juri Roverato , danzatore ed insegnante di dancehability, affetto da tetraparesi spastica grave, inscenando il piacere del gioco e lo scambio della conoscenza, alla base delle emozioni, che i due danzatori in palcoscenico si scambiano in teneri passaggi di palla, e cerchio, con accenni di contact, vestiti di un unico completo rosso. Laura Scudella e Juri Roverato iniziano a collaborare nel 2005. La loro è stata una scoperta reciproca a più livelli: personale, didattico, filosofico, artistico. Hanno un modo comune di concepire l'essere umano che va in scena: abile o disabile, può essere ugualmente artista completo. La disabilità diviene differenza che porta ricchezza e permette il confronto con qualcosa di ‘diverso’ dalla ‘normalità’. Dato che solo nella differenza e nella diversità ci può essere dialogo, confronto e quindi crescita reciproca: "Tutti gli uomini sono abili, tutti gli uomini sono disabili, perché tutti siamo uomini".

Alle ore 19 è la volta del secondo episodio di teatro nelle case - il teatro che entra anche nelle case private è una consuetudine del festival di Amandola - con Roberto Negri in Studio su Il Minotauro, lavoro tratto da rivisitazioni del mito secondo Jorge Luis Borges, Friederich Durrenmatt, Julio Cortazar. Alle ore 21 il Teatro La Fenice ospita Reincarnazioni, un atto unico contro tutte le guerre, divertente, irriverente, originale di Marco Di Stefano con musiche dal vivo di Luca Proietti.

A seguire alle ore 22 in piazza Risorgimento un nuovo appuntamento musicale con Rosapaeda in Mater Heart Folk. L’artista raccoglie contributi musicali disparati e, con la sua voce intensa e dai molti registri, li combina serpeggiando con insospettabile disinvoltura fra pizzica, reggae, canzone popolare del mezzogiorno, suggestioni da world music e influenze arabe. Il festival si conclude al Cine Teatro Europa con i Fratelli Broche Factory - un gruppo performativo di ricerca visiva che attinge dai format mediatici - che presentano alle ore 23,30 Lo schiaccianoci dei Broche. La filosofia del gruppo è quella di attaccare e distruggere da dentro gli stereotipi e le convenzioni sociali, non per un qualsivoglia motivo sovversivo ma semplicemente per sensibilizzare il pubblico.

Tutti gli spettacoli (ad ingresso gratuito) si svolgeranno anche in caso di maltempo.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 settembre 2007 - 925 letture

In questo articolo si parla di amat





logoEV