Fano: incontro internazionale polifonico

5' di lettura 30/11/-0001 -
Alta concentrazione di cantanti, direttori e formazioni di cori a Fano fino al 9 settembre. Ritornano infatti due importanti manifestazioni della polifonia internazionale.

dal Comune di Fano
www.comune.fano.ps.it


Venti dell’est per la 34a edizione dell’Incontro Internazionale Polifonico “Città di Fano”, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune e dal Coro Polifonico Malatestiano con il sostegno di Carifano, in programma dal 5 all’8 settembre, che ospiterà corali provenienti da Russia, Finlandia, Polonia e Italia.

In concomitanza con il festival si terrà anche, dal 2 al 9 settembre, la 4a Accademia Europea per Direttori di Coro e Cantori diretta da Filippo Maria Bressan, che, dalla sua costituzione nel 2002, si è sempre svolta con successo e soddisfazione da parte degli organizzatori nella cittadina marchigiana.

Giunto al suo 34° anno l’Incontro Polifonico resiste tra le manifestazioni più longeve e seguite del panorama culturale fanese. Appuntamento tradizionale e prestigioso, inserito a pieno titolo tra le più affermate e qualificate rassegne europee ed extraeuropee, punto di riferimento ambito e prestigioso per i complessi corali che si esprimono ai più alti livelli in campo internazionale, richiama cori da tutto il mondo con numeri – trentacinque nazioni per un totale di più di centosessanta formazioni - che ben raccontano del lavoro svolto e del successo accumulato in tanti anni. Ed è proprio grazie a questo lavoro e a questo successo che Europa Cantat, la federazione corale europea, ha scelto Fano per i lavori della quarta edizione dell’Accademia Europea.

L’edizione 2007 dell’Incontro consolida due novità introdotte lo scorso anno. Una è la presenza di Carifano che ha deciso di tornare a sostenere l’Incontro (una quindicina di anni fa ne fu lo sponsor per qualche edizione), potenziandone promozione e comunicazione, riconoscendogli così valore e qualità artistica radicati nel territorio. L’altra riguarda i luoghi del festival che anche quest’anno porterà il suo pubblico in tre dei più suggestivi della città: Chiesa di San Pietro in Valle, gioiello dell’architettura barocca, Basilica di San Paterniano e neoclassico Teatro della Fortuna, cornice della conclusione del festival.

La Chiesa di San Pietro in Valle ospita la prima serata mercoledì 5 settembre (tutti i concerti hanno inizio alle 21.15). Ospiti due cori provenienti dalla Russia e dalla Finlandia. Il Musicalniy Express, da Mosca, si presenta con un programma in cui la fanno da padrone canzoni e romanze della tradizione popolare russa, con incursioni di brani di Mozart, Gershwin ed altri autori contemporanei. Viene invece da Turku, sul Mar Baltico, il finlandese Brahe Djäknar che arriva a Fano con un programma celebrativo dei suoi settant’anni di attività.

Giovedì 6 settembre, prima delle due serate di concerti di musica sacra ospitati nella consueta e splendida cornice della Basilica di San Paterniano. Il programma prevede la partecipazione delle altre tre formazioni corali ospitate. Corale Nuovo Accordo, da Trieste, è un gruppo nato nel 2001 con lo scopo di divulgare i capolavori della musica corale del ‘900; in programma brani di Arvo Pärt, Viozzi e Miškinis. Ancora dalla Russia arriva invece Horal, considerato il miglior gruppo amatoriale moscovita, fondato nel 1964, deve il suo successo ad un ricco repertorio che va dalla musica ortodossa russa alla opere sinfoniche per coro e orchestra fino agli autori contemporanei e alla musica popolare. È polacco l’ultimo coro della serata, Akademicki Chór Politechnicki Šlaskiej, da Gliwice, formazione universitaria, di docenti e allievi, con una grande attività concertistica – si esibisce solamente in Polonia oltre 40 volte all’anno – in patria e all’estero; cinque i brani proposti di Gomolka, Gorczycki, Homilius e Mozart.

Venerdì 7 settembre (stesso luogo, stessa ora) la serata si apre con un il gruppo polacco di Glawice che chiude la serata precedente. Segue il coro italiano Nuovo Accordo che propone – come consuetudine del festival - nel suo programma anche un brano del Maestro fanese da poco scomparso, Silvio Zanchetti, “Sanctus” da Messa (1991). Alla formazione russa Horal il compito di chiudere le due giornate di musica sacra con un programma in cui spiccano Rachmaninov e Bortnjanskij. L’Incontro Polifonico chiude i battenti con una serata speciale. Sabato 8 settembre al Teatro della Fortuna Concerto Finale dell’Accademia Europea per Direttori di Coro e Cantori. In palcoscenico si alterneranno i migliori direttori e cantori del corso accompagnati dal Coro Laboratorio dell’Accademia Coro Giovanile Italiano diretto dal Maestro Filippo Maria Bresson, già ospite in passato al Teatro della Fortuna. Tutti i cori partecipanti verranno via via premiati nel corso delle serate del festival. Venerdì 7, alle 10,45 in Piazza XX Settembre vi sarà il tradizionale saluto dell’amministrazione comunale e del Coro Polifonico Malatestiano ai i cori partecipanti. La stessa sera, dopo il concerto, serata d’addio al Pesce Azzurro per il saluto di commiato ai cori partecipanti. L’ingresso è libero per tutte e quattro le serate. Si ricorda che la Chiesa di San Pietro in Valle, dove si tiene il primo concerto del 5 settembre, per motivi di sicurezza, non può ospitare più di 180 persone. È quindi consigliabile arrivare per tempo per evitare di rimanere fuori dalla chiesa. Coloro che vogliono assistere al Concerto Finale al Teatro della Fortuna, l’8 settembre, devono ritirare il tagliando di assegnazione gratuita del posto presso il Botteghino del Teatro, esclusivamente il giorno stesso del concerto dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00.

Inizio concerti ore 21.15
Ingresso libero
Info: Ufficio Cultura Comune di Fano 0721.887412/3.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 agosto 2007 - 1117 letture

In questo articolo si parla di fano